sabato, 26 Settembre 2020

Arte e Cultura, Romanzi fantasy

Brancalonia: stravagante GDR tutto italiano

Un gioco di ruolo basato sul nostro folklore

Salve a tutti e a tutte, oggi come ospite d’onore avremmo Mauro Longo, uno dei creatori di Brancalonia.

Tale un GDR si basa sulla quinta edizione di DeD e trae ispirazione dalla letteratura cavalleresca, dal Decameron e dal folklore italiano.


Ma sentiamo cosa ha da dirci il nostro ospite:

  1. Come è nato il progetto? Il nome deriva da Brancaleone?


L’idea di un gioco di ruolo fantasy “all’italiana” nasce dopo aver constatato il grande successo dell’antologia “Zappa e Spada”, che Acheron Books ha pubblicato nel 2017. La raccolta metteva insieme una serie di racconti ambientati in un mondo secondario molto simile all’Italia Medievale, scritti da alcuni tra i migliori autori del fantastico nostrani, esordienti e affermati. L’idea stessa della raccolta nasceva da Davide Mana, Samuel Marolla e me, tre autori con un piede dentro al mondo dei giochi di ruolo, quindi il passaggio necessario a rendere “giocabile” quel mondo che stava venendo fuori è stato spontaneo.


Detto questo, abbiamo voluto attendere due anni, e la pubblicazione di una seconda antologia e due librogame collegati, prima di lanciarci nel progetto “gioco di ruolo”.

I tempi sono infine maturati, ed eccoci qui! Il nome del gioco è Brancalonia e richiama certamente il Brancaleone del cinema (il nome è comunque un nome storico), anche se le tagline “Spaghetti Fantasy” e “Zappa e Spada” appaiono ancora nei nostri titoli.

brancalonia personaggi 3 960x1387 - Brancalonia: stravagante GDR tutto italiano

Siamo rimasti indecisi a lungo sul nome, ma alla fine abbiamo voluto omaggiare il più famoso e “italiano” di tutti gli eroi, il cialtrone pomposo ma di buon cuore interpretato dal grande Gassman. Il personaggio è omaggiato anche nella copertina del manuale e, con il nome di Guerrino da Aurocastro, è il primo dei personaggi iconici del groco.

2) Parlateci dell’ambientazione e delle sue terre.

“Il Regno” di Brancalonia è solo un’espressione geografica e ricalca pedissequamente – ma alla rovescia – la geografia dell’Italia, comprensiva di isole. Il trucchetto che abbiamo applicato è quello di rendere divertente e ammiccante ogni regione e ogni città, facendo riferimento alla versione originale ma anche stravolgendola secondo luoghi comuni, giochi di parole, leggende e artifici vari.

Mappa Brancalonia Piccola 960x679 - Brancalonia: stravagante GDR tutto italiano

La Calabria diventa ad esempio l’Abracalabria, terra di maghi e briganti. L’Umbria si trasforma in Penumbria, Torino in Tauringa e Milano in Tarantasia. C’è anche posto per Costantinapoli, una colonia mercantile d’oltremare dove tutto può accadere!


3) Qual è la creatura più strana che avete trovato sul folklore italiano?

Abbiamo una vastissima tradizione di streghe, fantasmi, folletti e draghi, ma con questo tipo di personaggi rimaniamo nell’alveo del fantasy “quasi” classico. Ci ha invece molto divertito inserire le Marionette (come Pinocchio), i Morganti, ovvero mezzi giganti mangioni e fanfaroni, e i Turchini, ancora da Pinocchio. I Turchini sono i signori della Fandonia, la magia delle fate, e secondo noi rappresentano uno degli aspetti più interessanti da giocare… Rimanendo nel folklore più tradizionale, non possiamo non citare il Gatto Lupesco, una specie di “gatto con gli stivali” nostrano, che se ne va in giro a combattere, giocare ai dadi e poetare in volgare…

88206516 500533640615087 4324551004965044224 n - Brancalonia: stravagante GDR tutto italiano
Ecco a voi un Confinato, ovvero un Wraith delle nostre leggende


4) Com’è la struttura del vostro gioco di ruolo? È uguale alla quinta edizione di DeD o ha delle divergenze?

Ci siamo appoggiati alla versione ufficiale e libera della Quinta Edizione, che è il gioco più diffuso e amato di sempre. Naturalmente abbiamo fatto degli adattamenti, come per le regole delle Risse, dei Giochi da Bettola, dei Bagordi, ma si tratta semplicemente di aggiungere un po’ di colore e idee al regolamento più conosciuto del mondo, in modo da arrivare a tantissime persone. Insomma, quello che ci interessa è veicolare, tramite un gioco già famosissimo, le atmosfere affascinanti e i ricchissimi contenuti del fantasy italiano.

Brancalonia 4 960x651 - Brancalonia: stravagante GDR tutto italiano


5) Che classi sono presenti e quali sono le loro particolarità?

In Brancalonia si possono interpretare una messe ampia e variegata di personaggi con diretti riferimenti al folklore italiano e alla narrativa fantasy nostrana: briganti, benandanti, maschere della commedia dell’arte, menagrami, scaramanti, spadaccini, cavalieri erranti e miracolari, per citare i più apprezzati.

Siamo stati attentissimi a unire le idee di gioco più divertenti e originali con concept presi da poemi, romanzi, tradizione fantastica e favolistica, film e storie sul nostro passato. E’ la cosa a cui teniamo di più e che contraddistingue Brancalonia: contenuti elevatissimi, letterari e tradizionali, però resi divertenti, “cool” e giocabili per tutti!

6) Da quali elementi della cultura popolare italiana avete preso ispirazione per creare Brancalonia?

Sicuramente Dante Alighieri e i poemi cavallereschi, le più famose raccolte di fiabe italiane, Pinocchio, il Morgante di Pulci, la tradizione fantastica del Novecento (Calvino, Rodari e Buzzati, per esempio); poi ancora film fantasy e storici, diversi romanzi contemporanei e le creazioni degli scrittori che hanno partecipato alle antologie di Zappa e Spada. 

7) Quando rivelerete la data d’uscita di Brancalonia?

Il lavoro da fare è tantissimo, ma contiamo di avere tutto pronto entro fine anno. Nel frattempo sono comunque previste uscite intermedie, come le nostre Gazzette del Menagramo, piene di contenuti giocabili per chi aspetta le pubblicazioni principali! Insomma, riusciremo a far giocare tutti ancor prima che escano i manuali!


Cosa ne pensate? Volete giocarci? Dite la vostra!

  Articolo precedente

Romanzi fantasy, Videogiochi

Teorie di Dragon Age: Ghilan’nain, la Madre dei Mostri

Scritto da Debora Parisi

Articolo successivo  

Film, Romanzi fantasy, Videogiochi

L’evoluzione del drago nel fantasy: folklore, archetipi e letteratura.

Scritto da Debora Parisi

Debora Parisi
Debora Parisi è una studentessa universitaria di giorno e cacciatrice di leggende e mitologie di notte. Da bambina arriva finalista al concorso Anna Bolero, diretto dall'Associazione Culturale Arcizeta di Chivasso. Nel 2019 ha pubblicato racconti per Historica Edizioni, NPS edizioni, Fanucci e Mezzelane Editrice. Gestisce un blog chiamato El micio racconta, un canale youtube intitolato Antro del Drago, che tratta di diversi argomenti, tra cui recensioni di libri, film e videogiochi. Collabora anche con le riviste Upside Down Magazine e Porto Intergalattico, ha collaborato anche con Sci-Fi Pop Culture e Spazio Penultima Frontiera.

Send this to a friend