domenica, 18 Agosto 2019

Arte e Cultura, Uncategorized

Due giornate alla Read’n’Play: tra Tolkien e mitologia nordica

Al Salone del Libro la Need Games ci ha regalato due imperdibili avventure.

Da una settimana il Salone Del Libro di Torino si è concluso, lasciando un clima soddisfatto, ma anche teso, soprattutto per il caso di Altaforte. Come novità dell’anno, è stata aperta la sezione Read’nPlay, interamente dedicata ai giochi di ruolo e da tavolo. Tematica vicina alla narrazione, se pensiamo che sono a tutti gli effetti narrazioni interattive.

Cogliendo l’occasione per testare delle partite da una seduta, sono andata allo stand della Need Games per provare assieme al mio gruppo due GDR: Journey To Ragnarok e Avventure Nella Terra Di Mezzo. Entrambi i giochi si basano sulla quinta edizione di Dungeons and Dragons.


Il primo, Journey to Ragnarok, è un progetto italiano nato su Kickstarter e si basa sulla mitologia nordica. È stato fatto basandosi su attenti studi filologici dell’antica lingua scandinava. La campagna parte da Midgard, la Terra, e man mano attraversa i nove mondi della mitologia norrena. I personaggi avranno modo di raccogliere fama, influenza e potere in un mondo che annuncia l’imminente Ragnarok. Sono presenti otto classi, dove ognuna di esse, oltre a storia e spunti di gioco, fornisce abilità e competenze caratteristiche ai personaggi che le scelgono. Vi è una nuova classe, il Maestro delle Rune, e sei clan in lotta tra loro. Ogni personaggio deve appartenere a un determinato clan. Uno in particolare che mi aveva colpito durante la campagna, erano i figli di Jotun, i discendenti dei giganti, popolo reietto dotato di incredibili poteri magici.

Altra novità curiosa è l’introduzione diun dado runico che servirà a scegliere le rune.


La cosa curiosa di Journey To Ragnarok è il fatto che bisogna creare uno scenario di gioco all’interno di una trama già definita, diciamo che dà maggior spazio all’avventura e al viaggio, pur rimanendo nel riquadro del Crepuscolo degli Dei.

Avventure nella Terra di Mezzo Manuale del Giocatore - Due giornate alla Read'n'Play: tra Tolkien e mitologia nordica

Ora parliamo del secondo gioco: Avventura nella Terra di Mezzo. Come possiamo intuire, il gdr si sviluppa nel mondo di Tolkien e i giocatori potranno impersonare le razze di Arda. Il periodo consigliato per le avventure è quello che parte dall’uccisione di Smaug alle vicende narrate ne Il Signore Degli Anelli. Come in Journey To Ragnarok, le classi sono simili a quelle di D&D, ma adattate alla narrazione: ad esempio abbiamo gli uomini dei boschi che sono l’equivalente dei barbari.

Un elemento interessante è l’Ombra, la corruzione, che lentamentesi sta impadronendo di Arda, distorcendo le sue creature. Ovviamente è Sauron l’originedi tutto. Il sistema dell’Ombra introduce la vulnerabilità del personaggio allelusinghe della corruzione. Essa può avere origine da diversi eventi: situazionistressanti, pericolo, paura, ansia, azioni malvage o l’interazione con tesoricorrotti. Quando un PG raggiunge un alto livello di Degenerazione, saràcostretto a lasciare la compagnia di avventurieri.

Esattamente come nel mondo di Tolkien, l’Ombra èsubdola, si insinua nelle debolezze dei personaggi, portandoli lentamente allafollia.

Altro elemento in comune con Journey To Ragnarok è l’importanza del viaggio come mezzo perassaporare l’ambientazione e i personaggi.

Ovviamente, giocando a due partite brevi non ho potuto assaporare appieno l’intero potenziale dei manuali, ma entrambe le esperienze mi hanno lasciato un giudizio positivo.


Ringrazio lo stand della NeedGames per avermi permesso di provare questi duegiochi.

  Articolo precedente

Film e Serie TV, Serie TV, Uncategorized

Anche Bryan Cogman tra gli sceneggiatori della nuova serie de Il Signore degli anelli

Scritto da Irene Ferone

Articolo successivo  

Uncategorized

Un matrimonio a tema Final Fantasy XIV? in Giappone lo potete avere e tutto organizzato!

Scritto da Luca Brajato

Debora Parisi
Debora Parisi nasce a Torino nel 1996. Fin da piccola è sempre stata una divoratrice di libri e storie, tanto che chiedeva cinque fiabe prima di andare a dormire, con disperazione della povera mamma.A 9 anni partecipa al concorso Carla Boero, edito da Associazione Culturale Arcizeta di Chivasso, non riuscendo ad entrare tra i primi classificati, ma ottenendo comunque il premio d’esordio.Dopo non parteciperà ad altri concorsi. Studia cinese presso la facoltà di Lingue e Culture dell’Asia e dell’Africa.Gestisce un blog chiamato El micio racconta, dove interpreta il ruolo di un gatto magico, pantofolaio e amante dei libri, e un canale youtube intitolato Antro del Drago, che tratta di diversi argomenti, tra cui recensioni di libri, film e videogiochi. Collabora anche con la rivista letteraria Upside Down Magazine.

Send this to a friend