martedì, 26 Maggio 2020

Arte e Cultura

L’iconico Robot Gundam accompagnerà gli atleti olimpici durante la sfilata di apertura Tokyo 2020

Lo farà realmente, cioè sulle sue gambe e con la sua incredibile altezza di 18 metri. Un colosso robotico in mezzo ad atleti. Il mondo nerd e sportivo che si uniscono in una combinazione mai vista.

Le Olimpiadi di quest’anno si svolgeranno in Giappone, a Tokyo. Un evento gigantesco che ospiterà atleti da tutto il mondo. Sì, ok, sapete tutti cosa sono le Olimpiadi, voglio dire, sto dicendo cose inutili, lo so, scusate.

Come sappiamo bene il Giappone è la patria dei manga e degli anime, nonché delle idee più strane e originali in ogni campo della vita. E anche per questo evento unico non si sono lasciati sfuggire l’occasione per mostrare un po’ il meglio delle loro capacità.


Già tempo fa vi parlai di un incredibile progetto riguardante la creazione di due satelliti con le sembianze dei famosi robot principali dell’anime Mobile Suit Gundam, creati appositamente per l’occasione e da mandare dritti dritti nello spazio tra marzo e aprile di quest’anno.

Ma se pensate che questa iniziativa sia spettacolare quanto unica, aspettate di sapere cosa hanno intenzione di fare durante la cerimonia di apertura.


È da ben tre anni che in Giappone sono al lavoro sulla realizzazione del famoso robot Gundam a grandezza naturale. Cioè naturale per il robot, ergo, enorme per noi: sono 18 metri di mecha. Pensate che soltanto le mani pesano ben 200 chili.
Questo ragazzone però non si limiterà a stare fermo ad osservare gli atleti durante l’iconica sfilata di presentazione, che avverrà il 24 luglio, ma bensì, camminerà insieme a loro. Non so bene come, non so se sia magia, tecnologia, quello che volete, non mi interessa, so solo che sarà una figata pazzesca. In confronto i due satelliti nello spazio risultano un po’: gne. Senza offesa eh.

gundam2 1024x736 2 - L'iconico Robot Gundam accompagnerà gli atleti olimpici durante la sfilata di apertura Tokyo 2020

Cioè immaginatevi questo bestione camminare tra gli atleti. Non vedo l’ora.


Diciamo che i giapponesi vogliono rendere queste Olimpiadi indimenticabili, sempre puntando su ciò che sanno fare meglio e che li rappresenta al meglio nel mondo occidentale. La figura di Gundam infatti è legata sì al mondo degli anime e dei manga storici, ma è anche una figura di giustizia ed integrità, insieme al suo fidato pilota Amuro Ray.
Insomma, ancora una volta il Giappone non delude.

  Articolo precedente

Arte e Cultura

Nuove immagini del parco a tema Studio Ghibli: un paradiso nel verde

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Arte e Cultura, Film, Film e Serie TV

TotoOscar 2020: ecco chi vincerà secondo me

Scritto da Mirko Midili

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend