lunedì, 11 Novembre 2019

Film e Serie TV

Adrian: la recensione cinica – parte 2

Puntuale come un orologio (o un orologiaio) svizzero, Adriantorna ad allietare le nostre tormentate esistenze con la seconda, imperdibile,puntata.

Tutto ricomincia esattamente nel punto in cui ci eravamo lasciati. Stanlio e Ollio sono ancora alle prese con la ricerca del nostro misterioso protagonista di cui, a quanto pare, nessuno ricorda il volto. Ad un certo punto, i due, vengono illuminati dal bagliore accecante di un’idea super innovativa: controllare ad uno ad uno tutti i fabbricanti di orologi della città.

Dei geni proprio!


Il problema è che la ricerca dura giusto il tempo diguardare male un orologiaio e picchiare un gruppo di cinesi che fa il medesimomestiere. Fine.

screenshot 2019 01 23 adrian adrianlaserie twitter - Adrian: la recensione cinica - parte 2

Nel frattempo Adrian si trova a casa delle due allegre comari a discutere del più e del meno quando, ad un certo punto, avviene la rivelazione sconvolgente della puntata: le due vecchie hanno insegnato a combattere al loro prediletto figlioccio.


Ma come?

Ma quando?

Ma non faceva l’orologiaio?

Sipario.

Parte un intermezzo composto da una canzone di Celentano conuna serie di scene troppo serie per essere reali. Si parla di condanna allaguerra, di migranti, e di potenze che monopolizzano il mondo.

screenshot 2019 01 23 adrian adrianlaserie twitter1 - Adrian: la recensione cinica - parte 2

Il sipario di rialza e torniamo in via Gluck dove ritroviamo Gilda preoccupata per il nostro caro protagonista che non vede l’ora di andare ad un comizio intitolato “Gli amici dell’orologiaio”. Sarebbe una preoccupazione fondata se solo qualcuno in quella città si ricordasse il suo volto ma, a quanto pare gli abitanti della Milano del 2068 soffriranno di amnesia.

La compagna di Adrian non sembra convinta ma decide comunque di lasciarlo andare, a patto che si porti dietro una discretissima maschera da volpe.

Ok.

screenshot 2019 01 23 adrian adrianlaserie twitter2 - Adrian: la recensione cinica - parte 2

I due decidono di accoppiarsi nuovamente prima della separazione temporanea. Sfortunatamente, questa volta, niente scene di sesso disegnate da Manara, l’immagine sfuma sul nero e ci ritroviamo alla “cantina degli amici”.

Durante l’acceso dibattito incontriamo dei personaggi dispicco per la trama: due ragazze, tre brutti ceffi a caso, e il sosia diMentana.

Tutto fila liscio, ognuno dice la sua sull’orologiaio, e poisi dileguano random in giro per la città.

La scena passa alle due donne che, per tornare a casa,decidono di prendere la strada più malfamata della città e OVVIAMENTE siimbattono nei tre malviventi che tentano di stuprarle.

Qui ha inizio una delle scene più epiche della televisioneitaliana.

Adrian fa la sua apparizione con la maschera fornitagli da Gilda, in una posa che farebbe invidia a Jojo, e si presenta sotto il finto nome di “volpe”

Pausa. Quindi adesso si chiama Adrian Volpe? Non vi ricorda qualcuno?

Adriana Volpe 0 - Adrian: la recensione cinica - parte 2

Fine pausa.

Iniziano così le mazzate a colpi di Capoeira, Kung fu, e Flamenco, mentre le due ragazze inciampano a caso per aria.
Passato il trambusto la Volpe rassicura le due con una frase che ha scatenato l’internet come non mai: “se aveste bevuto di meno avreste evitato l’approccio dei tipi poco raccomandabili”.

Momento serio:

Ho letto le peggiori critiche, le peggiori grida al VictimBlaming ma senza essere estrapolata a caso dal contesto, la frase non era voltaad incolpare le ragazze per aver bevuto qualche bibita alcolica di variogenere. Era una sorta di avvertimento contro la depravazione del mondo, uninvito a rimanere sempre lucidi e svegli a causa delle minacce che potremotrovarci ad affrontare.

screenshot 2019 01 23 adrian adrianlaserie twitter3 - Adrian: la recensione cinica - parte 2

Da qui parte un caos totale in cui, polizia, regime, svizzeri, gente a caso cerca in combo sia la volpe che l’orologiaio. In pratica Adrian è il più ricercato del mondo ma nessuno sa come sia fatto. Ok.

Proprio gli Svizzeri hanno scoccato la scintilla dellacaccia all’uomo, infatti una ditta multimiliardaria di orologi vuole trovare ilcaro orologiaio per usarlo come uomo immagine.

Giustissimo.

Decidono così di mettere una taglia di un milione sullatesta del povero Celentano Cartoon.

screenshot 2019 01 23 adrian adrianlaserie twitter4 - Adrian: la recensione cinica - parte 2

Delirio.

Un gruppetto di tre persone a caso decide di fare squadra e dividersi il premio. Nel frattempo però scopriamo che Adrian e le due allegre comari sono andati in canoa in una città sotterranea dove, un islamico generico, identico a Gamberone di “My name is Earl”, riceve il permesso di soggiorno per andare a vivere nella Milano di sopra.

Ok.

IMG 20190122 232039 - Adrian: la recensione cinica - parte 2

Il povero Buba ( così lo chiamano) dopo vari festeggiamentiesce dal tombino per cogliere al volo la sua nuova vita all’aria aperta. Ironiadella sorte vuole che si imbatta proprio nei tre moschettieri, lo scambiano perl’orologiaio.

Lo picchiano.

E qui fa la sua apparizione Batman? Catwoman? Spiderman?

No!

La Volpe!

Altre mazzate che Bruce Lee spostati proprio e Gamberone èsalvo.


Qui si conclude anche la seconda puntata. Ha lasciato un vuoto l’assenza del Dissanguatore e della casetta fatta in Paint ma sicuramente ci sarà modo di rifarsi lunedì 28 gennaio.

  Articolo precedente

Film e Serie TV, Serie TV

American Gods: pubblicato il trailer della seconda stagione

Scritto da Marta Consalvi

Articolo successivo  

Film e Serie TV, Serie TV

Premiate le serie più seguite del 2018

Scritto da Marta Consalvi

Send this to a friend