lunedì, 21 Ottobre 2019

Anime, Film e Serie TV

Dragon Ball Z Abridged: quando la parodia supera l’originale

Col mondo di Internet, siamo ormai bombardati dalle parodie. Che siano di film, libri, serie TV o quant’altro, sempre più piattaforme riescono a dare intrattenimento decostruendo un’opera, bene o mal fatta che sia.
A volte, però, può succedere che una parodia possa addirittura superare l’originale, voglia per un valore artistico, per semplice ilarità, o anche perché è riuscita ad analizzare espedienti che l’originale non ha approfondito abbastanza.
Questo è il caso di Dragon Ball Z Abridged.

aeMnnqb 460s - Dragon Ball Z Abridged: quando la parodia supera l'originale

Ridoppiaggio della famosa serie animata Dragon Ball Z, è stata creata nel 2008 da tre youtubers, KaiserNeko, Lanipator e Takahata101. Come dice il nome, è una versione “accorciata” della serie animata, libera da diversi momenti morti o inutili, il che la rende assai fluibile.
Ciò contato, però, com’è possibile che tale parodia sia migliore dell’originale? Di un cartone che ha saputo accompagnarci nella nostra infanzia e adolescenza e che continua a farci sognare? Ebbene, per diversi motivi.


-DIVERTIMENTO: Il motivo principale è quello più ovvio: questa serie è dannatamente esilarante, una delle più spassose mai create. Tra frecciatine al doppiaggio FUNimation, alle strane trovate di animazione o di trama, il TeamFourStar ha saputo creare situazioni e frasi ormai iconiche. Basti pensare all’immortale DODGE! Il timing, la cadenza, le intenzioni dei doppiatori, il connubio di tutto ciò rende impossibile il rimanere seri mentre si guarda un episodio.

nappa 4 - Dragon Ball Z Abridged: quando la parodia supera l'originale

-CAMBIAMENTI: Nonostante sia una parodia, questa serie ha avuto il coraggio di apportare diverse modifiche alla storia originale, o perché avevano poco senso o non erano state approfondite abbastanza. Due esempi eclatanti possono essere citati: la storia dell’Androide numero 16 come figlio del Dottor Gelo e il modo in cui Piccolo cerca di convincere Kami di unirsi nuovamente a lui. Mentre la prima non viene quasi per nulla esplorata, la seconda, nell’originale viene risolta con un “Oh OK” allungato per 3 episodi.


-PERSONAGGI: Le peculiarità di determinati personaggi sono o più analizzate o anche portate all’eccesso, sia per dare più caratterizzazione sia per renderli più divertenti. Che sia la natura oscura di Lord Popo, la mente eccessivamente semplice di Goku o l’ego di Vegeta, o anche, e questo penso sia il cambiamento migliore, la caratterizzazione di 17 e 18, decisamente più simpatetici nell’Abridged.

55532e61f3e88 - Dragon Ball Z Abridged: quando la parodia supera l'originale

-I FILM: Incredibile a dirsi, sono riusciti a rendere canonici, per quanto difficile possa essere, tutti gli undici film fatti finora. Sono bastate un paio di frasi per collegarli alla timeline principale, o anche nella stessa timeline perché i film si collegassero ad essa, perché fosse così. Sembrano piccolezze, ma se visti nell’insieme davero astute.


La serie conta finora 60 episodi, compresi quelli divisi in più parti, tutti con sottotitoli in CC, 11 film, diversi corti e spezzoni musicali, il tutto nel canale TeamFourStar. È stato grazie a questo gruppo di appassionati che è iniziata l’ondata delle decine e decine di altri Abridged, alcuni creati da componenti del TFS (Yu Gi Oh Abridged, Hellsing Ultimate Abridged), altri da youtubers “esterni” (EvAbridged, SAO Abridged), regalandoci mari di risate.
Se vi capita l’occasione, dateci un’occhiata. Non ve ne pentirete.

  Articolo precedente

Film e Serie TV, Serie TV

The Politician: nuovo trailer della nuova serie del prolifico Ryan Murphy

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Film e Serie TV, Recensioni Film

“Casting JonBenét”: il grottesco psicologico che amo

Scritto da Luca Brajato

Send this to a friend