sabato, 28 Marzo 2020

Film, Film e Serie TV

Birds of Prey: un cambio di titolo per salvare un flop

Senza preavviso, senza dire nulla, la Warner Bros ha preso una decisione inaspettata, spinta dalla voglia di salvare l’ultimo film DC uscito nelle sale da davvero pochissimo. Sto parlando di Birds of Prey, opera riguardante un gruppo di anti eroine capitanata dalla ormai tanto amata Harley Quinn, qui ancora interpretata dalla bellissima Margot Robbie.

Ora a quanto pare il film si chiamerà Harley Quinn: Birds of Prey. Una scelta fatta per attirare in questo modo i fan del personaggio e salvare allo stesso tempo un flop devo dire abbastanza inaspettato. Dalla sua uscita infatti, il film ha guadagnato solamente 81 milioni di dollari globalmente, di cui 34 solo in America. Certo, l’opera è costata meno di 100 milioni e dunque la perdita non è quel granché, ma per le tasche della Warner è forse troppo.


Birds of Prey Margot Robbie IMAX copertina - Birds of Prey: un cambio di titolo per salvare un flop

Una scelta però, che trovo estremamente strana. Non credo basti specificare la presenza di Harley Quinn nel titolo per attirare più persone, anche perché comunque si sa dal principio che lei è parte fondamentale del film (grazie a trailer, poster e quant’altro). Se la gente non va a vederlo, la motivazione è che ormai la fiducia nell’universo cinematografico DC è praticamente scomparsa, e con ottime motivazioni a mio parere.

C’è anche da dire, però, che il film a quanto pare (io lo devo ancora vedere in realtà) è molto carino e divertente (che credo sia la formula giusta da attore con questi film, con anche il nuovo Suicide Squad che sicuramente seguirà questa linea) dunque se potete andate a vederlo. E non perché c’è Harley Quinn, ma perché forse, e ripeto forse, ne vale realmente la pena.



Voi lo avete visto? Che ne pensate?

  Articolo precedente

Arte e Cultura, Film, Film e Serie TV

TotoOscar 2020: ecco chi vincerà secondo me

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Film e Serie TV, Serie TV

His Dark Materials: TOP 5 differenze tra libro e serie TV

Scritto da Andrea De Venuto

Send this to a friend