sabato, 29 Febbraio 2020

Film e Serie TV, Recensioni Film

Boy Erased – Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà

Un film bellissimo che ci racconta attraverso la vera storia di un giovane ragazzo gay uno stralcio di un’orribile realtà

L’altro ieri mentre pranzavo ho deciso di guardare un film: Boy Erased – Vite Cancellate. Pellicola del 2018 scritta e diretta da Joel Edgerton, presente anche lui nel film. Basato sulla storia vera di Garrard Conley, raccontata nel suo libro di memorie Boy Erased: A Memoir, pubblicato nel 2016 e arrivato in Italia con il titolo omonimo del film nel 2018. Qui trovate il libro su Amazon. Se invece preferite i film, qui l’edizione in DVD Blu-ray.

poster large - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Al centro Jared, ai lati i genitori

Il protagonista del film è Jared Eamons, interpretato da Lucas Hedges, un giovane dell’Arkansas, figlio di un pastore battista. Dopo aver fatto coming out con i genitori il ragazzo viene obbligato a partecipare ad una terapia di conversione dall’omosessualità, all’interno del programma chiamato “Love in Action“.


Dopo avervi spiegato brevemente la trama, vorrei soffermarmi un attimo sul titolo stesso della pellicola: Boy Erased. Letteralmente significa: ragazzo cancellato. Insomma un titolo indicativo di ciò che andremo a vedere nel film, non solo per quanto riguarda Jared ma anche gli altri ragazzi.
Tutti obbligati e condotti alla cancellazione di una parte di se stessi, della propria identità, del proprio essere. E non sto dicendo che l’essere omosessuali rappresenti la totalità di una persona, ma concorderete con me nel dire che comunque rappresenta una parte integrante del proprio essere e del proprio percorso di vita. Cancellare una parte del genere di sé, equivale quindi a cancellarsi, pian piano, finendo per svanire come una foto che sbiadisce nel tempo.

boyerased - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Joel Edgerton, regista e anche interprete del personaggio di Victor Sykes, pastore a capo della comunità di guarigione

E questa visione che ho appena espresso viene molto ben mostrata all’interno della pellicola.


La notizia dell’omosessualità del protagonista sconvolge una piccola realtà famigliare, all’interno di una piccola comunità religiosa. Ma il primo ad esserne sconvolto in realtà è Jared stesso. Cresciuto con determinati dettami che da sempre condannano ciò che lui è. Un ragazzo appena 18enne che comprende di essere “sbagliato” agli occhi della sua famiglia e della sua comunità.

Anche se non ci viene mostrato il suo intero percorso di scoperta e consapevolezza, ci vengono però mostrati alcuni flashback di momenti che per lui sono risultati segnanti per la scoperta di se stesso. Insomma quindi non è presente una narrazione fluida in un unico lasso temporale, ma delle azioni su un’unica linea temporale intervallate da flashback di periodi passati. Anche se non ci viene chiarito nel dettaglio di quanto precedenti al presente. Questo comunque non va ad incidere sulla qualità e la godibilità del film e anzi suscita nello spettatore curiosità nel capire la dinamica degli eventi accaduti a Jared.

image 1 - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Jared in compagnia del protagonista di uno dei suoi flashback

In particolare due di questi flaschback ci vengono mostrati nel momento in cui diventano inerenti all’interno di un “compito a casa” per il percorso di “guarigione”. Il compito consista nel rivivere e scrivere riguardo ai peccati passati, che nel caso di Jared riguardano l’amore omosessuale. Sperimentato in tutta la sua vita soltanto con 2 ragazzi di cui appunto il scriverà i nomi sul suo quaderno.

Un altro aspetto su cui si concentra il film è il rapporto di Jared con la madre, Nancy. Interpretata da una grandissima Nicole Kidman.
La figura del padre, Marshall (Russell Crowe) viene infatti mostrata poco. A rappresentanza del suo minimo contributo all’interno della faccenda per vari motivi: sofferenza personale, ma soprattutto paura dei giudizi negativi da parte degli altri membri della chiesa. Una figura paterna che comunque rimane sullo sfondo come una voce martellante, un monito, simbolo di paura.

hero boy erased image 2018 - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà

La madre invece, colonna portante del figlio, rimane al suo fianco in ogni momento. Senza lasciarlo mai solo nel suo percorso e nelle difficoltà che sta affrontando. Sia chiaro, inizialmente neanche lei lo accetta come omosessuale, ma non smette comunque mai di dirgli che gli vuole bene e non fa mai mancare il suo appoggio di madre ad un figlio perso ed insicuro. Ed è inoltre la prima, ancora prima del figlio, a sospettare del fatto che forse provare a guarire il figlio non sia stata la scelta giusta.

La madre è un personaggio molto interessante di cui riusciamo perfettamente a scorgere la maturazione all’interno di un’ambiente che le lascia ben poco spazio di manovra, ma che comunque non la ferma dal suo obbiettivo: quello di essere una brava mamma.

152929154 83f54e42 7c96 4cb0 a4c5 f20704672422 - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Jared e la madre

Nella figura di Jared invece troviamo inizialmente un ragazzo spaventato che fa quello che tutti gli fanno pensare sia la scelta giusta: provare a guarire. Appena 18enne incapace di andare contro i precetti che hanno caratterizzato tutta la sua vita e soprattutto impaurito dal perdere l’amore di suo padre.
Durante il percorso di guarigione però, tra un flashback e l’altro, i quali ci permettono appunto di capire al meglio il suo personaggio e la sua crescita, troviamo nella figura del protagonista un personaggio sempre più capace di rendersi conto che ciò che ha sempre creduto giusto in realtà sia profondamente sbagliato. Una verità che fatica a mandare giù e che gli costa giorni di frustrazioni e riflessioni.

Il suo percorso di guarigione diventa paradossalmente il suo percorso di totale consapevolezza non soltanto verso di sé, ma anche verso la propria religione e i suoi dettami. E credetemi, non è affatto un percorso facile, lo dico per esperienza personale.

Ma Jared non è il solo a dover subire questa “guarigione”. Insieme a lui ci sono infatti altri ragazzi e ragazze, provenienti da famiglie religiose ed obbligate a tentare anche loro questo “percorso di redenzione” dall’essere semplicemente se stessi. Purtroppo però non tutti hanno la forza di Jared (e il supporto di almeno un membro della famiglia) e in molti si può scorgere, negli occhi in particolare, ciò di cui vi parlavo prima. Più i giorni passano e più i loro volti diventano sbiaditi, pian piano cancellati insieme al loro essere.

Un ritratto inquietante quanto veritiero di una realtà che sussiste tutt’ora in molti Stati dell’America dove sono ancora legali “centri di guarigione dall’omosessualità”.

55174ffa 596c 4d05 8843 cc23326a90ed.sized 1000x1000 - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Jared e Sykes

Dal punto di vista prettamente tecnico filmico (come fotografia, regia) invece non so dirvi più di tanto, più che altro perché non sono ferratissimo nell’argomento e anche perché io in un film o in qualsiasi opera mi soffermo più sulle emozioni che mi suscita.

Alla fine dei conti è un film che ho veramente apprezzato e che consiglio vivamente. Non soltanto perché ben fatto e soprattutto ispirato ad una storia tristemente vera, ma anche perché tratta tematiche molto complesse in un perfetto connubio tra: delicatezza e intensità. Un film potente, struggente, capace di far riflettere ed emozionare. Una pellicola estremamente preziosa.

post marquee 5bcfa07f99cdc - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Garrard, il vero protagonista e scrittore del libro e Lucas Hedges, Jared

L’altro motivo per cui questo film mi ha colpito tanto è sicuramente dato dal fatto che le sue tematiche mi toccano incredibilmente da vicino. Transessuale e cresciuto in una famiglia fortemente religiosa, che mi ha inizialmente rifiutato con fermezza. Molte scene all’interno del film mi hanno fatto precipitare all’interno di un vortice di deja-vu che avrei preferito non percorrere. Alla fine però quelle stesse scene hanno acceso in me delle emozioni fortissime che non mi dispiace in alcun modo aver provato.


E ora anche se farò un po’ di SPOILER, lasciatemi dire che grazie al cielo anche la mia storia, come per Boy Erased ha avuto il suo lieto fine. Perché, alla fine, anche quello sembra il genitore peggiore su questa Terra ad un certo punto si renderà conto di cosa sta perdendo nel rifiutare un figlio semplicemente perché vuole essere se stesso e si ricorderà di quanto lo ama. E fidatevi, lo ama sicuramente molto più di alcune semplici convinzioni religiose.

6438848 6410999 image a 43 1542741153192 - Boy Erased - Vite Cancellate: affrontiamo una paurosa e personale realtà
Il reale protagonista della storia insieme alla sua famiglia

  Articolo precedente

Film, Film e Serie TV

Ecco il trailer di New Mutants, giovani mutanti fra paura e delirio

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Anime, Film e Serie TV

Sailor Moon + Sketchers = scarpe meravigliose (però costose mannaggia)

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend