martedì, 7 Luglio 2020

Anime, Film e Serie TV

Carole & Tuesday è un anime carino e nulla di più

Una veloce recensione di un anime su cui avevo qualche leggera aspettativa ma che si è mostrato invece molto banale e di poca sostanza

Oggi ho guardato l’ultimo episodio disponibile su Netflix del recente anime Carole & Tuesday. L’autore di quest’ultimo è Shin’ichirō Watanabe, famoso per gli anime di: Cowboy Bepop e Samurai Champloo. La regia è invece stata affidata a Motonobu Hori. L’opera conta in totale 24 episodi e in Giappone hanno mandato in onda da poco il diciannovesimo. Su Netflix invece si sono fermati al dodicesimo. Arriveranno più avanti gli altri 12 racchiusi in una seconda stagione.

Tenevo d’occhio da un po’ questo titolo e quando finalmente è diventato disponibile sulla piattaforma di streaming ho provato a guardarlo. Insomma, la trama non era delle più entusiasmanti, ma caspita, l’autore è lo stesso di Cowboy Bepop. Mi sono detto: andiamo! Non potrà essere brutto…. e invece…


Carol and Tuesday cover - Carole & Tuesday è un anime carino e nulla di più
Carole & Tuesday al centro con altri importanti personaggi dell’anime

Cominciamo dalla trama. Nella città di Alba City, una colonia di Marte, una giovane ragazza di nome Tuesday, scappata di casa, incontra Carole, una sua coetanea che invece vive da sola da tempo, mantenendosi con lavori saltuari. Entrambe hanno la passione per la musica, la prima suona la chitarra e la seconda il pianoforte. Decidono così di iniziare a suonare insieme, creando un duo alla ricerca della via per il successo.

Passiamo ora alle impressioni personali. Cosa posso dire di questo anime? Potrei dire in effetti una cosa: è un anime carino. E basta, cioè l’articolo è finito, grazie dell’attenzione. Alla prossima.


Seriamente, in pratica non c’è molto altro da dire. Carole & Tuesday è infatti un’opera carina e niente di più. Diciamo che già la trama non era il massimo, alquanto banale, niente di innovativo. Però speravo che almeno nell’esecuzione avrebbe avuto qualche picco di originalità, ma non ho avuto fortuna.

carole and tuesday keyvisual.0 - Carole & Tuesday è un anime carino e nulla di più
Carole a destra e Tuesday a sinistra. Si, le chiedono tutti se è nata di martedì, ma non lo sa manco lei.

Gli episodi sono tutti molto leggeri e godibili, ma mancano completamente di spessore, così come i personaggi. Tutti i protagonisti dell’opera sono molto piatti e non hanno nulla di interessante da offrire. Abbiamo la ragazza ricca, poco amata che scappa di casa e la tuttofare indipendente con una storia un po’ difficile alle spalle. Insomma, da copione. Banalità portami via. Ma non soltanto loro, anche molti altri personaggi rispecchiano delle semplici macchiette già viste e riviste.
Molti di questi inoltre sembrano essere presenti all’interno dell’anime senza un senso apparente o uno scopo specifico, essendo quindi così, alla fine, inutili ai fini della trama.

latest?cb=20190617165722 - Carole & Tuesday è un anime carino e nulla di più
Cybelle, il misterioso personaggio di cui parlo qui accanto

In particolare un personaggio che si inserisce verso la fine, in due episodi di numero, lo hanno sprecato in modo incomprensibile. Quest’ultimo infatti ha una personalità interessante e prorompente fin da subito. E se avessero deciso di darle (è una ragazza) un po’ più di spazio e di sviluppare la sua parte in modo diverso, avrebbe sicuramente potuto regalare un po’ di pepe a questa storia. Invece hanno deciso di usarla semplicemente come “causa” di un evento che doveva “per forza accadere in qualche modo” per poi farla sparire.

Non c’è poi alcun tipo di sviluppo dei personaggi. Rimangono a grandi linee uguali all’inizio, con una crescita minima e riguardo aspetti del loro carattere o delle loro storie, molto marginali.

Poi in pratica i primi sei episodi sono completamente inutili. Cioè sarebbero potuti esistere come no e nessuno si sarebbe accorto della differenza. E questa cosa ve la farà notare anche un personaggio nel settimo episodio con una frase specifica, stateci attenti. Insomma, i produttori in primis si sono accorti che sono stati inutili gli episodi precedenti al settimo. Ogni episodio fino a quel punto sembra infatti a sè stante, senza dei forti collegamenti al precedente.

L’unica cosa positiva di questo anime a conti fatti sono le canzoni. Fulcro centrale dell’opera stessa è infatti la musica. Per questo motivo hanno investito tanto su questo aspetto, decidendo di far doppiare le voci cantate dei personaggi principali ad alcuni cantanti americani/inglesi più o meno famosi.

Per esempio, per Carole abbiamo la cantante Nai Br.XX (che assomiglia tantissimo alla sua controparte nell’anime), per Tuesday, Celeina Ann.

combine images 6 960x418 - Carole & Tuesday è un anime carino e nulla di più
Carole a sinistra e Nai Br. XX a destra

Le canzoni sono tutte bellissime, senza eccezioni, un po’ banali nei testi sì, ma sicuramente molto orecchiabili e ritmate. Danno quel tocco di brio in più che comunque all’anime non manca. Manca tutto il resto però.

Gli episodi scorrono velocemente e con semplicità, è un’opera molto scanzonata che non affronta alcun tipo di tema, a cui manca totalmente un minimo di profondità. E sicuramente non è memorabile. Ogni episodio è infatti banale ed ovvio, come lo è anche il finale. Telefonatissimo.

Una delle prime canzoni che cantano insieme le protagoniste. Ci sono i vari spezzoni presenti nell’anime uniti insieme

Insomma, se state cercando un anime semplice, da guardare senza troppo impegno e per farvi due sorrisi e anche qualche risata, allora avete trovato quello che fa per voi. Però, non aspettavi molto, anzi, non aspettatevi proprio niente.


Questa è la mia impressione parlando ovviamente solo della prima metà dell’opera, mancano ancora infatti altri 12 episodi, ma dubito altamente riescano a risollevare la situazione in così poco. Guarderò sicuramente comunque la seconda stagione e nel caso siano riusciti a fare il miracolo, sicuramente ve lo farò sapere.

  Articolo precedente

Film e Serie TV, Serie TV

Ecco il trailer di See, nuova interessante serie di Apple TV+ con Jason Momoa

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Film, Film e Serie TV, Recensioni Film

MADEMOISELLE: erotismo, amore e tradimento nel capolavoro di Park Chan-Wook

Scritto da Andrea De Venuto

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend