lunedì, 23 Settembre 2019

Film, Film e Serie TV

Deadpool “torna a casa”: ma è davvero un bene?

È notizia degli ultimi giorni la stipula dell’accordo tra Disney e fox in merito all’acquisizione da parte della Disney

Si sono concluse il 19 Marzo l’acco tra Disney e Fox ed è entrato in vigore ufficialmente il 20, dopo anni di trattative. Tornano a casa anche gli eroi Marvel “scappati”: gli X-Men, i Fantastici 4 e Deadpool.

Proprio Ryan Reynolds ha pubblicato una simpatica foto sui suoi social raffigurante proprio l’antieroe che interpreta “in viaggio” su un autobus con scritto Disney e le orecchie di Topolino. L’attore è infatti solito ironizzare sui personaggi che interpreta, con post che contengano anche spoiler o indizi.


Ma, se per gli altri eroi il “trasloco” potrebbe non creare grossi problemi, cosa succederà al format di Deadpool, poco “disneyano”?

I film in questione sfondano la quarta parete, infatti la peculiarità del formatè proprio questa, cioè il suo rivolgersi direttamente al pubblico, oltre alle caratteristiche proprie del protagonista: Wade Wilson è cinico, ironico, autoironico, ma anche volgare e con una comicità non banale.


Entrambi i film mi sono piaciuti molto, la loro continua alternanza tra situazioni serie e situazioni comiche li rendono tutt’altro che noiosi. Di sicuro i film che ritraggono questo eroe sui generis sono molto diversi dai classici film di supereroi, non c’è un buono che si batte per ciò che si reputa giusto, c’è solo un antieroe o se volgiamo citare una battuta del protagonista “la versione depravata della fatina dei denti“.


Spero quindi che il franchise non subisca un radicale mutamento e si conservi la sua essenza, soprattutto che resti vietato ai minori!

  Articolo precedente

Film e Serie TV, Serie TV

The Witcher: una foto dal set rivela nuovi particolari

Scritto da Marta Consalvi

Articolo successivo  

Anime, Film e Serie TV

Bumblebee in Giappone diventa un tenero chibi e non è mai stato così carino

Scritto da Luca Brajato

Send this to a friend