martedì, 10 20 Dicembre19

Film, Film e Serie TV

E.T. è ritornato dallo spazio profondo per far visita al suo vecchio amico

Il ritorno tanto atteso è avvenuto grazie ad una pubblicità per il servizio xfinity americano (SkyQ in Italia)

Io sono sempre stato un bambino particolare, incredibilmente pauroso di tutto, tra un po’ pure della mia stessa ombra. Alla mia prima visione di Biancaneve la strega invecchiata mi ha spaventato non poco, facendomi odiare quel cartone fino a pochi anni fa.

Figuratevi quindi quando i miei genitori decisero di provare a farci vedere, a me e a mia sorella il cult degli anni ’80: E.T. l’extra-terrestre. Capolavoro filmico, tutt’ora immortale dell’iconico regista Steven Spielberg.
Penso che appena l’alieno fece ingresso sullo schermo io mi misi a piangere. Ero piccolo, avrò avuto 7 anni e quel piccolo alieno rugoso non poteva far altro che spaventarmi. Anche se crescendo scoprii invece che era un personaggio amato proprio dai bambini al tempo. Ancora ora non me ne capacito.


et main image 1024x611 - E.T. è ritornato dallo spazio profondo per far visita al suo vecchio amico

Pensate, io tutt’ora lo trovo spaventoso. Non so proprio come abbia fatto a fare colpo sui bambini. In ogni caso, anni dopo provai a rivederlo, con successo, ma non senza difficoltà. Diciamo che lo finii per spirito di completamento e dopo quello, non lo guardai mai più, neanche per sbaglio.

Giusto ieri però mi è comparsa sotto agli occhi una notizia interessante che riguardava proprio E.T.
Il piccolo extraterrestre è infatti tornato sugli schermi della TV, non grazie ad un sequel del film, ma grazie ad una pubblicità per il servizio di xfinity (SkyQ in Italia), che potremo vedere anche sui canali Sky dal 29 novembre. Cioè, da ieri.


Il titolo della pubblicità è: A Holiday Reunion. Una perfetta riunione tra vecchi amici, proprio sotto le feste di Natale. Come protagonisti dello spot infatti, della durata di quattro minuti circa, troviamo il piccolo Elliot (Henry Thomas) ormai cresciuto, ora adulto con una famiglia ed E.T., che invece sembra sempre uguale nonostante tutti questi anni, che ha deciso di fargli visita per poterlo rivedere e passare del tempo di qualità con la sua famiglia.

Lo spot in questione

Per tutta la dura dello spot troviamo citazioni e rifacimenti alle scene iconiche del film originale come la scena dei fiori che riprendono colore o la più famosa scena in bicicletta davanti alla luna. Stavolta però alla guida del mezzo troviamo il figlio di Elliot, intento a riportare E.T. alla sua navicella per farlo tornare a casa, poiché anche lui ora ha una famiglia tutta sua da cui tornare.

Henry Thomas, attore che ha interpretato Elliot al tempo e in questo spot ha dichiarato: “Il pubblico otterrà (con questo spot) tutto ciò che può desiderare da un sequel senza il rischio che possa distruggere la bellezza dell’originale e il posto speciale che ha nelle menti e nei cuori delle persone“. E sottolinea ancora: “È davvero una vittoria perchè l’integrità della storia non si è persa in questa rivisitazione“.
Secondo l’attore lo stesso Spielberg non sarebbe stato contrario alla realizzazione dello spot, che alla fine non è altro che un tributo a tutti gli effetti, che non toglie niente all’originale e anzi lo arricchisce.

film 2800 e t the extra terrestrial hi res 490bbde1 - E.T. è ritornato dallo spazio profondo per far visita al suo vecchio amico

Che dire, io ho visto lo spot e nonostante il mio odio ancora presente per questo personaggio, una lacrimuccia alla fine della visione mi è scesa. Sì, perchè nonostante all’inizio alla prima vista di E.T. io mi sia spaventato quasi quanto mi è successo da bambino, alla fine mi sono reso conto di quanto questo personaggio sia particolare ed unico nel suo genere. Lo è ora, come lo è stato al tempo.

La storia inoltre è stata resa alla perfezione, una storia di famiglia e riconciliazione, di amore e amicizia, quelle amicizie che non finiscono mai, nonostante la distanza, anche di miliardi di anni luce.
E se a me che ho sempre odiato quel film ha fatto questo effetto, non posso neanche immaginare che effetto possa suscitare ai reali fan del piccolo alieno.


Tutto sommato rimane comunque un ricordo d’infanzia anche per me e brutto o bello che sia, va bene così.

  Articolo precedente

Film, Film e Serie TV, Recensioni Film

The Irishman – Il testamento del Sogno Americano

Scritto da Andrea De Venuto

Articolo successivo  

Film e Serie TV, Serie TV

Duck Tales introduce una coppia LGBT – Pro Vita crea una (inutile) petizione

Scritto da Andrea De Venuto

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend