lunedì, 21 Ottobre 2019

Film e Serie TV, Serie TV

Gandalf donna? Un’altra inutile polemica

È recente la polemica iniziata da Robyn Malcolm, attrice della trilogia del Signore degli Anelli di Peter Jackson (vi ricordate Morwen, la donna che ha salvato i suoi due figli dai Drúedain che stavano per attaccare il suo villaggio ne Le Due Torri? No? Manco io), secondo la quale, nella serie TV di Amazon Prime di prossima uscita, dovrebbe esserci una Gandalf femminile.

il signore anelli un attrice trilogia vorrebbe donna ruolo gandalf v6 403080 960x540 - Gandalf donna? Un'altra inutile polemica

Ricordiamo prima di tutto che questa è solo quel che descrive il titolo: una polemica inutile, iniziata da una persona su Internet, che, come molte altre, finirà nel dimenticatoio entro una settimana, dato che non è né un rumor né una scelta pubblica di uno sceneggiatore, visto anche che a supervisionare il progetto sarà Tom Shippey, uno degli accademici tolkieniani più famosi del mondo, dunque la fedeltà al materiale originale sarà rispettosa a dir poco, però è bene spendere qualche parola.


A2634381 61 - Gandalf donna? Un'altra inutile polemica

Innanzitutto, è stato detto che la serie tratterà principalmente della Seconda Era, quando Gandalf non era ancora presente. Dunque costei non si è neanche andata a informare sulla serie in sé o sulla lore di Arda. Già un passo falso. Se si vuole essere pignoli, lo si potrebbe vedere nella sua forma angelica, che tuttavia è asessuale: se si vuole utilizzare un’attrice donna, è bene che le vengano date caratteristiche fisiche che non la definiscano totalmente come tale.

main qimg 860637a48e8d250d59247cf343225c22 - Gandalf donna? Un'altra inutile polemica

“Queste vecchie leggende, queste vecchie storie mitiche, sono basate su uno sfondo patriarcale. Perché non rivolgere lo sguardo a un mondo matrialcale in cui le donne sono le custodi della magia?“, chiede dell’attrice.
Evidentemente costei non ha letto abbastanza l’opera di Tolkien da capire l’importanza che ha avuto Galadriel, o anche di come sono state meglio approfondite i personaggi di Arwen e Eowyn nel film in cui LEI STESSA ha recitato. Per non parlare del fatto che ci sono decine e decine di saghe fantasy influenzate da miti antichi le cui storie si svolgono su uno sfondo matriarcale, basti pensare alla Ruota del Tempo.


1200px Il Signore degli Anelli 116 960x398 - Gandalf donna? Un'altra inutile polemica

Se c’è bisogno di una grande star e di una persona che tutti conoscono dato che verrebbe subito paragonata a Ian McKellen, io sceglierei senza dubbio una tra Dame Judi, Eileen Atkins e Maggie Smith
Va bene, ma allora io voglio Ray Romano nel ruolo di Galadriel. Va bene come compromesso? Anzi, no, dato che si parla di personaggi fuori contesto, perché non Nicholas Cage nel ruolo di Luthien? Dopotutto c’è mancato poco che diventasse Aragorn, un contentino glielo vogliamo dare?

the one ring the lord of the rings 1500x844 960x540 - Gandalf donna? Un'altra inutile polemica

Forse questo articolo sarà inutile come la polemica alla quale è diretto, ma ho voluto dire la mia su un argomento che rasenta il politically correct. E vi sta parlando una persona che ha trovato ottime le idee del Doctor Who donna e del Magneto di colore. Ma c’è una differenza tra l’utilizzarle per ottimizzare la narrazione e per semplice “combattere il patriarcato”. Non siamo nel 1800, e non dovrei essere io a dirlo.

  Articolo precedente

Anime, Film e Serie TV, Fumetti, Manga

3 ottobre 1911, l’inizio di una grande avventura: ecco perché tutti dovrebbero vedere Fullmetal Alchemist

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Anime, Film e Serie TV

Una celebrità affamata più pericolosa di un titano? Sì. Non sono ubriaco, vi giuro

Scritto da Luca Brajato

Send this to a friend