giovedì, 28 Maggio 2020

Film, Film e Serie TV, Recensioni Film

Odio l’estate: tre cuori che battono ancora

“Odio l’estate”, il nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo, ha conquistato critica e pubblico. Per molti rappresenta un ritorno alle origini, ma così non è.

Aldo, Giovanni e Giacomo. Pronunciando questi nomi, un sorriso spunta sul viso di molti. Insieme a battute ormai divenute d’uso comune: dagli interessi che s’impennano, all’apostrofo rosa tra Franco e Forte, dalle 500 lire nel carrello alle 30.000 lire con cui realizzare opere di falegnameria superiori. Insomma, in più di 25 anni di carriera, i tre hanno creato uno stile unico, riconoscibilissimo. Mai volgare, semi-realistico, con tocchi di gustoso surrealismo, con punte di agrodolce malinconia.

Uno stile che li ha portati al successo, aiutati in quest’impresa da Massimo Venier, con cui hanno creato quelli che sono considerati tra i film comici italiani migliori del loro tempo: Tre Uomini e una Gamba (1997), Così è la Vita (1998) e Chiedimi se sono felice (2000) (una delle migliori commedie degli ultimi vent’anni, a mio avviso).


Stasera in tv Chiedimi se sono felice su Italia 1 4 - Odio l'estate: tre cuori che battono ancora
Aldo, Giovanni e Giacomo in Chiedimi se sono felice (2000)

Dopo questi tre film, e i più modesti (ma non meno divertenti) La Leggenda di Al, John e Jack e Tu la conosci Claudia?, tuttavia, il Trio sembrava essersi perso. In continua metamorfosi, alla ricerca di uno stile nuovo, con cui potersi confrontare con un mondo che stava andando avanti, lasciandoli nei ricordi e nelle citazioni di uso quotidiano.

Con Odio l’estate, però tutto sembra cambiare. Torna Massimo Venier proprio dopo Tu la conosci Claudia?, che con il suo stile malinconico sembra aver trovato la dimensione perfetta per tre uomini che vogliono ancora mettersi in gioco.


0039 %C2%A9PaoloGalletta - Odio l'estate: tre cuori che battono ancora
I protagonisti del film.

Tre famiglie milanesi, molto diverse tra loro, si ritrovano a dover condividere, per un errore, la stessa abitazione estiva. Ciò porterà, nonostante qualche frizione iniziale, a far condividere ai capifamiglia qualcosa che non si aspettavano: un’amicizia.

Venier non cerca di scacciare la malinconia o la vecchiaia, magari attraverso qualche espediente comico che non appartiene al trio, anzi: la accoglie. Aldo, Giovanni e Giacomo sono invecchiati è vero, ma lo siamo anche noi: pretendere un ritorno alle origini è impossibile, la vita va avanti, ma non è questo che importa. Quei tre comici sono ancora amici, vogliono ancora far ridere, ma anche riflettere sulla loro stessa condizione. Non è più il tempo di frasi tormentoni o grandi viaggi, ma di piccole gioie quotidiane, che possono trasformarsi nella grande avventura della vita, se fatte con le persone giuste.

odio l estate e1580312116190 - Odio l'estate: tre cuori che battono ancora

Insomma un film che si fa portavoce del lato più malinconico del trio, in cui le battute non saranno memorabili come i primi film (anzi si sfocia a volte all’autocitazione, specialmente in una scena), ma non era quello il loro scopo. Anzi, dimostrano che i cuori di quei comici che abbiamo conosciuto anni fa sono ben lontani dall’aver esaurito il carburante. Non un ritorno alle origini quindi, ma una naturale evoluzione delle cose, come è giusto che sia.

Altro grande aspetto del film sono i comprimari del film: le famiglie dei tre sono motore delle vicende e non danno fastidio o risultano inserite a forza, anzi: sono parte integrante della crescita personale dei protagonisti, rendendoli e rendendosi tridimensionali.

4216 %C2%A9PaoloGalletta - Odio l'estate: tre cuori che battono ancora

Certo il film non è esente da difetti: alcune scene sono un po’ troppo impostate o autocitazioniste e non funzionano come dovrebbero, senza contare l’orribile locandina, che non rappresenta nemmeno l’1% del film.


Insomma fatevi un favore: lasciatevi travolgere dal film e dalla bellissima colonna sonora di Brunori Sas e fatevi trasportare dalla dolce malinconia di questo film.

  Articolo precedente

Anime, Film e Serie TV

La spada di Gatsu di Berserk si trasforma in uno splendido articolo d’arredo

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Film, Film e Serie TV, Serie TV

Marvel super presente al Super Bowl con due spot

Scritto da Mirko Midili

Send this to a friend