mercoledì, 22 Gennaio 2020

Film e Serie TV, Recensioni Serie TV, Serie TV

“Pose” la serie tv su una parte della nostra storia, avrà una seconda stagione

Esclusiva Netflix, Pose è una serie davvero bella che è stata rinnovata per una seconda stagione

Pose” è una serie tv ideata da Ryan Murphy, Brad Falchuk e Steven Canals (i primi due sono gli ideatori di Glee e American Horror Story) per FX. In Italia la serie è esclusiva Netflix disponibile dal 31 gennaio di quest’anno.

La bella notizia è che di questa meravigliosa serie ci sarà una seconda stagione. Inizierà ad essere trasmessa dal 9 giugno di quest’anno su FX in America. (si spera arrivi poi di lì a poco anche su Netflix) La serie sarà composta 10 episodi e sarà ambientata nel periodo degli anni ’90. Partendo proprio dal giorno in cui venne rilasciato Vogue, il singolo di Madonna che ha segnato un epoca e che condusse la ballroom community nel mondo del pop. All’interno della trama di questa seconda stagione sarà ancora più centrale il tema dell’epidemia di AIDS, che proprio in quel periodo divampò negli Stati Uniti.


1799 - "Pose" la serie tv su una parte della nostra storia, avrà una seconda stagione

La serie è ambientata nel periodo degli anni ’80 e va a raccontare le vite ed esperienze dei vari protagonisti che andranno poi inevitabilmente ad intrecciarsi. In una società Newyorkese spaccata tra stereotipi di famiglie perfette e ricche e il più sconosciuto mondo LGBT, che vive nascosto e si sente al sicuro solo all’interno dell’universo dei ball.

Nota a margine: durante i ball c’erano sfilate con delle categorie e si ballava principalmente il Vogueing, un mix tra danza e pose, diventato poi famoso appunto grazie a Madonna.


Uno stralcio di episodio per farvi capire e innamorare

I ball erano una vera e proprio cultura, un mondo nuovo e diverso in cui poter esprimere se stessi, senza paura di essere “troppo” e senza pregiudizi. Era un luogo sicuro per le minoranze del mondo Gay, Lesbico e soprattutto Transgender.

E’ sull’ultima categoria che la serie si concentra maggiormente. La maggior parte delle protagoniste infatti sono ragazze transessuali (MtF, da uomo a donna), non solo nella serie tv, ma anche nella vita reale. Nessuno più di una donna che ha dovuto davvero affrontare le difficoltà e le lotte per farsi accettare durante quegli anni e non solo, può interpretare al meglio un tale ruolo.

fxs pose 101 3651r e1527777906258 - "Pose" la serie tv su una parte della nostra storia, avrà una seconda stagione

Non è un caso se la lettera T è l’ultima nell’acronimo. Le persone transgender infatti inizialmente non erano ben accette neanche nella comunità stessa. Loro, noi, abbiamo dovuto lottare fino in fondo e più difficilmente di tutti per riuscire a farci accettare completamente non solo dal mondo ma dalla nostra stessa comunità.

Nella serie vediamo infatti tutti gli aspetti di ciò: l’odio e le lotte tra persone che dovrebbero aiutarsi a vicenda e donne, la protagonista in particolare che non hanno paura di lottare e di rischiare grosso pur di fare qualcosa per un cambiamento.

La sigla della serie.
“La categoria è: vivi, lavora, posa.”

Dall’altra parte poi vediamo uno stralcio di ciò che è la vita fuori dal mondo LGBT e dei ball. Una società concentrata sul guadagno e sulla bella apparenza a discapito di tutto il resto.


Insomma a tutti quelli che sono interessanti a scoprire uno stralcio di storia in più, una storia che riguarda tutti, nessuno escluso, questa è la serie giusta per voi.

  Articolo precedente

Film e Serie TV, Recensioni Serie TV, Serie TV

Aspettando con ansia la seconda stagione di “The Umbrella Academy”

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Anime, Film e Serie TV

Il ritorno del più forte

Scritto da Irene Ferone

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend