lunedì, 21 Ottobre 2019

Film e Serie TV, Recensioni Serie TV, Serie TV

Criminal: un progetto davvero interessante

Da qualche tempo aspettavo davvero molto l’arrivo di Criminal, il nuovo esperimento di Netflix, per vari motivi. Mi intrigava molto il suo essere realizzato in quattro nazioni differenti, il fatto che si concentrasse sugli interrogatori (cosa che amo, lo sapete bene anche se avete letto la mia recensione riguardante Mindhunter) e anche per la presenza, nella versione UK, di David Tennant e Hayley Atwell.

Alla fine tutte le mie più rosee aspettative sono diventate realtà. Criminal è una serie davvero bella, che intrattiene e scruta anch’essa nella mente umana, anche se ovviamente meno rispetto ad altre serie sullo stesso genere (o almeno grossomodo simili). Però sinceramente mi aspettavo qualcosa di diverso. Per quanto sapessi che il fulcro fossero proprio le interrogazioni, pensavo di trovarmi davanti un prodotto diverso. Credevo infatti che nel mezzo si sviluppasse anche una sorta di azione o quantomeno una sorta di indagine non per forza sul campo ma quasi.


criminal uk - Criminal: un progetto davvero interessante
Criminal UK

Invece ci troviamo semplicemente in questa stanza degli interrogatori per la maggior parte dell’episodio, per il resto le scene sono ambientate “dall’altra parte del vetro” dove gli agenti guardano il sospettato e nel piccolo spiazzo davanti agli ascensori, in cui troviamo due macchinette, luogo di ritrovo nelle varie pause.

Seppur questa cosa possa fare paura da un lato in realtà è stata, a mio parere, una decisione coraggiosa ma decisamente azzeccata. Tutto si concentra lì, in quel lasso di tempo che serve per incastrare un criminale, senza concentrarsi su altro che avrebbe solo allungato il brodo. In questo modo senti tu stesso la pressione del momento, una suspence continua che va a terminare solo con le varie confessioni, di qualsiasi genere esse siano.


criminal fr - Criminal: un progetto davvero interessante
Criminal Francia

Anche il fatto di dividere la serie in quattro, con tre puntate per luogo, mi è piaciuta molto. Infatti Criminal è divisa in Germania, Spagna, Francia e UK, con persone ovviamente sempre diverse e anche rapporti differenti. Ogni gruppo di persone poi ha un problema che deve affrontare oltre ai vari casi che devono risolvere, rendendo il tutto davvero molto umano. Vedere le differenze fra i vari stati poi è davvero interessante.

Bisogna però ammettere che questa serie infatti non è per tutti. Infatti molti potrebbero trovarla noiosa, ma cioè giustamente. Se non sei nel mood giusto sentire parlare gente di crimini per 30/40 può essere dura, ma se si parte con la mentalità che la serie è incentrata su dialoghi al 100% state tranquilli che vi colpirà a pieno. In qualche episodio, uno in particolare spagnolo, stavo praticamente per piangere.

criminal spain netflix review season 1 - Criminal: un progetto davvero interessante
Criminal Spagna

I vari attori mi hanno particolarmente sorpreso, sia agenti che le persone indagate. Un livello davvero alto di ottime doti attoriali non possono che giovare alla serie, fra attori che non avevo mai visto (ovviamente alcuni sono famosi prettamente in patria) e altri già visti in altre serie o film, non avrei potuto chiedere decisamente di meglio.

Criminal è una serie che, se si è amanti del genere, va assolutamente vista. Sono più i lati a favore che quelli a sfavore almeno per me. Quattro serie alla fine dei conti che raccontano storie e ci presentano personaggi stupendi. E non fatevi forviare dal nome dell’opera, perché non tutti sono criminali, o almeno non nel senso che pensate voi. E ora non ci resta che sperare in una seconda stagione, magari ambientata in posti ancora differenti.

criminal germany netflix review season 1 - Criminal: un progetto davvero interessante
Criminal Germania

Voi le avete viste tutte? Cosa ne pensate?

  Articolo precedente

Film, Film e Serie TV

Nicolas Cage alla ricerca del maialino perduto nel suo prossimo film, Pig.

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Film, Film e Serie TV

Arriva il film basato sul famoso gioco da tavola Cluedo

Scritto da Luca Brajato

Send this to a friend