lunedì, 21 Ottobre 2019

Film e Serie TV, Recensioni Film

Toy Story 4: ritornare bambini a 20 anni

Un film dal finale perfetto… o quasi.

È sempre una grande emozione per me parlare della mia saga d’animazione preferita in assoluto! Toy Story non riesco a considerarlo solamente un prodotto cinematografico, per me è di più: una storia raccontata nel più innocente dei modi, in quattro capitoli, senza mai scadere nel banale.

Quando hanno annunciato il quarto capitolo sono stato travolto da un mix di emozioni: ero contento perché avrei potuto vedere ancora un film del franchise al cinema, ma allo stesso tempo ero spaventato perché pensavo si potesse rovinare il finale perfetto di Toy Story 3. A giugno sono andato quindi a vedere quello che è, a mio parere, il capitolo migliore dopo il secondo.


57024187 190135085291695 7472558280034839486 n 1 960x950 - Toy Story 4: ritornare bambini a 20 anni
La differenza tra il primo capitolo e Toy Story 4!

La prima cosa fantastica che ho notato è stata l’evoluzione che ha avuto la computer grafica: se nel primo film i personaggi assomigliavano a dei poligoni più o meno levigati, qui si va oltre il realistico. La minuzia con cui sono stati modellati e animati i corpi lascia veramente senza fiato. Si nota anche un netto miglioramento tra il terzo e quarto capitolo.

Andiamo avanti con i lati positivi! Le gag che hanno sempre caratterizzato il franchise sono varie e non si ripetono mai, a parte due eccezioni che però non minano la fluidità del film. I rapporti tra i giocattoli sono tutt’altro che astratti, anzi, sono così umani che si potrebbero perfettamente  ricondurre a quelli di un gruppo di cari amici. Vengono sviluppati man mano durante il film e non sempre sono rose e fiori, cosa che porta effettivamente un certo realismo dal punto di vista relazionale. Il film intrattiene per tutto il tempo, i momenti morti sono quasi del tutto assenti e il finale a parer mio è stato realizzato nel migliore dei modi!


Altro punto positivo è il doppiaggio: il team che lo caratterizza è di un livello altissimo. La voce di Angelo Maggi che è andata a sostituire, purtroppo, quella di Fabrizio Frizzi, è perfetta per il personaggio di Woody.

Is Toy Story 4 Coming to Netflix 1 960x540 - Toy Story 4: ritornare bambini a 20 anni
I protagonisti del film! Al centro troviamo Woody e Buzz, i due protagonisti principali!

Una cosa chenon ho apprezzato è la base fondamentale su cui regge il film: la trama èsemplice e ben strutturata, ma il pretesto su cui volge tutta essa è abbastanzainsensato, non viene spiegato in alcun modo e cozza totalmente con quello che èlo spirito originale della saga! Nonostante questo il film è comunquepienamente riuscito.


In tutta sincerità, è difficilissimo trovare un film che mi faccia emozionare quasi al punto di piangere, ma Toy Story 4 ce l’ha fatta. Io, ragazzo di 20 anni, mi sono ritrovato a trattenere l’emozioni in sala. Mi ha fatto tornare a quando di anni ne avevo la metà. Qualunque sia la vostra età, fatevi un regalo e guardatevi questi 4 film! Tornerete sempre bambini e vi emozionerete come tali.

  Articolo precedente

Film, Film e Serie TV

Frozen 2: Elsa non avrà un interesse amoroso? Meno male!

Scritto da Andrea De Venuto

Articolo successivo  

Anime, Film e Serie TV, Fumetti, Manga

Naruto festeggia i suoi 20 anni con un grande evento in Giappone! Auguri!

Scritto da Luca Brajato

Send this to a friend