lunedì, 9 20 Dicembre19

Comics, Fumetti

Grazie al magnifico fumetto ufficiale, ho potuto finalmente rincontrare Max e Chloe.

Una recensione completa e personale del primo volume di raccolta del fumetto ufficiale di Life is Strange, il mio secondo gioco preferito. Il primo è: Life is Strange: Before the Storm

Non so se sapete dell’esistenza di un fumetto ufficiale di Life Is Strange. Bhe, nel caso, ora lo sapete. Ed io ovviamente da fan numero uno di questo stupendo videogame e di tutto ciò che lo circonda, l’ho acquistato e letto nel giro di un giorno.

I primi 4 volumetti dell’opera sono usciti ormai l’anno scorso, disponibili un po’ ovunque tranne che in Italia (ovviamente), fino a qualche mese fa. Nel bel paese infatti è uscita direttamente la ristampa con all’interno tutti i primi 4 volumetti racchiusi in un unico grande e bellissimo volume dal titolo: Polvere. Edito da Panini Comics e disponibile su Amazon.


Nel frattempo comunque le uscite vanno avanti e per ora si è arrivati fino al settimo volumetto, che immagino sarà racchiuso insieme a quelli dal quinto all’ottavo nel prossimo volume di raccolta. Che comprerò appena sarà disponibile, ovvio.

L’autrice e i disegnatori di questo fumetto sono: Emma Vieceli, Claudia Leonardi e Andrea Izzo (sì, italiani gli ultimi due).


combine images lis 960x683 - Grazie al magnifico fumetto ufficiale, ho potuto finalmente rincontrare Max e Chloe.
Fronte e retro della mia personale copia del fumetto

L’autrice del fumetto, Emma Vieceli ha deciso di provare ad ipotizzare come sarebbe potuto essere il futuro delle due protagoniste dopo il finale del gioco. Quest’ultima poteva però optare per uno solo dei due finali che è possibile scegliere arrivati al termine del videogame. Ovviamente ha scelto quello in cui Chloe sopravvive. Anche perchè, se no, diciamocelo un fumetto su Life Is Strange senza Chloe non aveva proprio senso di esistere.

Cosa posso dire però dopo averlo finito di leggere? Alla fine dei conti, che mi è decisamente piaciuto. Nonostante un inizio un po’ in salita con dialoghi che mi sono sembrati alquanto tirati e banali e una caratterizzazione che non mi sembrava rispecchiare appieno le protagoniste.

Ammetto infatti di avere da sempre una grande aspettativa nei riguardi di questo fumetto. Insomma, al tempo dell’annuncio, pensavo che avrei potuto finalmente vivere nuove avventure con le protagoniste del mio gioco preferito. Avrei potuto nuovamente sentirle vive e accanto a me e niente mi poteva rendere più felice. All’inizio quindi, quando mi sono accorto dei difetti di cui parlo sopra, mi sono davvero spaventato. Ho pensato che avrei potuto trovarmi davanti una storia banale, troppo semplice che non avrebbe reso giustizia alla fantastica storia del videogioco e con personaggi con caratteri troppo dissimili da quelli delle Max e Chloe originali.

IMG 20190812 113553 960x1409 - Grazie al magnifico fumetto ufficiale, ho potuto finalmente rincontrare Max e Chloe.
Una pagina del fumetto. Presa sempre dalla mia copia

Per fortuna però dopo poche pagine mi sono ricreduto. La storia ci mette solo un pochino a decollare, senza partire con il botto e alla fine dei conti, forse è pure meglio così.

Le due ragazze si ritrovano ad affrontare i fantasmi del passato, dopo un anno dalla disastrosa tempesta che ha colpito Arcadia Bay. Le due infatti si erano allontanate definitivamente dalla città per dimenticare e rifarsi una nuova vita (da come possiamo vedere anche alla fine del gioco se scegliamo quel finale). Ma quando intorno a Max cominciano ad accadere cose strane e di difficile comprensione, decidono che forse tornare ad Arcadia Bay sia un buon modo per capire costa stia accadendo. Chissà se sarò davvero la decisione giusta.

Il rapporto tra le due rimane colonna portante della storia, insieme alla teoria del caos e ai poteri di Max. Si inseriscono poi nel panorama dei nuovi personaggi che non sono riuscito ad inquadrare per bene, anche perchè per ora sono soltanto di contorno, senza una reale parte fondamentale nella storia, ma soltanto di supporto alle protagoniste.

80 - Grazie al magnifico fumetto ufficiale, ho potuto finalmente rincontrare Max e Chloe.
Max e Chloe in una scena del gioco

Max si ritroverà ad affrontare nuovamente delle difficoltà dovute al suo enorme potere: il viaggio nel tempo. Accanto a lei però ci sarà sempre Chloe pronta ad aiutarla e a starle vicino, senza che manchino ovviamente dei crolli emotivi anche per quest’ultima. Le due infatti devono costantemente portare sulle spalle un peso molto difficile da gestire e che senza l’un altra non riuscirebbero sicuramente riuscite a reggere.

Il rapporto tra le due riesce ad evolversi ancora, nel giro di un centinaio di pagine e lo fa in modo del tutto credibile. Sì, forse un po’ troppo velocemente, ma in un modo del tutto fattibile, conoscendo le due protagoniste. Alla fine infatti l’autrice è riuscita a cogliere appieno l’essenza di Max e Chloe e trasferirla in un’opera a fumetti, senza tralasciare le loro debolezze, fragilità e complessità.

IMG 20190812 113529 1 960x720 - Grazie al magnifico fumetto ufficiale, ho potuto finalmente rincontrare Max e Chloe.
Alcune versioni di copertina dei singoli volumetti

In questi primi capitoli si può trovare tutto quello che si può desiderare e sperare. Una storia solida, protagoniste perfettamente caratterizzati, cosa non facile dato che sono già esistenti e fortemente conosciute. Il tutto completato da un disegno meraviglioso, ricco di dettagli, ben colorato e che rispecchia perfettamente lo stile del gioco e delle protagoniste, portandolo anzi ad un nuovo livello. In più i capitoli sono ricchi di piccole citazioni del videogioco e del suo prequel e la cosa non può che rendermi felice. Riuscire a trovarle e a comprenderle infatti mi fa sentire bene, mi fa sentire parte del loro universo.


Le lettura è sicuramente consigliata, soprattutto per i fan del gioco. Non vi deluderà, fidatevi di me. Sperando con tutto il cuore che anche i prossimi capitoli saranno all’altezza di questi primi quattro.

  Articolo precedente

Comics, Film e Serie TV, Fumetti

Superman: Red Son diventerà un film animato, e non possiamo non esserne felici

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Arte e Cultura, Fumetti, Manga

Un pellegrinaggio basato su un manga Yuri. Sì, c’è anche questo in Giappone

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend