martedì, 22 Settembre 2020

Fumetti, Fumetti italiani

Il corvo e il corsaro: un fumetto che si racconta attraverso la musica

La prima opera di un ragazzo italiano, Federico Pace, che ho avuto l’occasione di intervistare. Scopriamo di più su questo nuovo fumetto in uscita a fine anno.

La creazione di un fumetto ci permette di raccontare una storia. Spesso la nostra storia.
Volenti o nolenti finiamo per parlare di noi attraverso i nostri lavori e chi dall’altra parte delle pagine legge e osserva ciò che abbiamo creato si rivede in determinati personaggi o situazioni, rendendo così la sua lettura necessaria.

Io non disegno fumetti, ma mi ritrovo in questo affascinante meccanismo attraverso la scrittura dei miei racconti. Federico Pace invece è un ragazzo che attraverso la realizzazione della sua prima opera a fumetti ha finito per raccontare se stesso. Ma non con la semplice tecnica dell’autobiografia, ma con la rivisitazione di se stesso: ciò che vorrebbe essere, un estratto di vita non sua che però lo rappresenta in toto. Senza la mancanza comunque di accadimenti realmente capitatogli. Per esempio prendere una porta in piena faccia mentre usciva dal negozio di un fioraio. Poetico a modo suo.


Federico ha 25 anni ed è nato in provincia di Cosenza, in Calabria, ma ormai da anni vive a Roma dove ha frequentato la Scuola Internazionale di Comics. Uscito dalle aule scolastiche ha firmato un contratto con Tora Edizioni, per la quale sta lavorando al suo primo fumetto, dal titolo: Il corvo e il corsaro.

44671209 174548250119754 8735316219902558208 o.jpg? nc cat=103& nc sid=09cbfe& nc ohc=I3fFppZHFzQAX8MSDnd& nc ht=scontent mxp1 1 - Il corvo e il corsaro: un fumetto che si racconta attraverso la musica

Un titolo con un senso, fidatevi. D’altronde prima di riuscire a trovare quello perfetto, l’autore ha tentato varie strade. Si sa d’altronde che spesso il titolo è paradossalmente l’elemento più arduo da trovare, figuratevi un sottotitolo che descriva brevemente l’opera. Per ovviare al problema diciamo solo che ha tentato di unire titolo e sottotitolo in un lungo componimento. Ahimè, non era proprio funzionale.


Il corvo e il corsaro è un titolo immediato, che nasconde un tocco di mistero ed incuriosisce lo spettatore. Insomma, tanta fatica ha dato i suoi frutti. È inoltre un titolo, definiamolo parlante (potrei starmi inventando completamente questo termine io, qui e ora). In pratica racconta sfaccettature dei due protagonisti ma in modo nascosto e criptico, che si scopriranno soltanto a fine opera.

I protagonisti principali della storia sono due ragazzi: Alessandro e Gabriele. Il primo è un ragazzo timido ed introverso che si trasferisce nuovamente a Roma alla ricerca di un amore d’infanzia: uno suo vecchio compagno delle elementari, ora ormai cresciuto, per forza di cose. Ah e se non si fosse ancora capito, questo amore mancato è l’altro protagonista: Gabriele.

I due teneri protagonisti

I due si ritrovano e decidono di fondare insieme una band musicale che andrà ad espandersi con la presenza dei loro amici. Amici con un proprio trascorso e una propria storia alle spalle che andrà a dipanarsi nel corso degli eventi intersecandosi con le vicende e le figure dei protagonisti. Amici su carta, ispirati però anche loro ad amici reali dell’autore. La realtà si sa, è pur sempre la miglior fonte d’ispirazione.

Il fumetto è un’opera dai toni leggeri che parla di amore, di amicizia, ma sopratutto di musica. La musica è infatti il filo conduttore dell’intera opera, da come è nata a come si è evoluta. Federico fa parte lui stesso di una band musicale di genere punk rock: i Dead of Fame, nel ruolo di batterista. La sua passione per la musica gli ha dato il do (per restare in tema) nella creazione del suo fumetto. Alla mia domanda: “qual’è stato l’elemento che ti ha fatto scattare l’idea: ok, il mio fumetto parlerà di questo” lui mi ha risposto così: “L’idea mi è venuta pensando alle sensazioni che mi suscitavano alcuni brani musicali. Pensavo: ‘ah, questa canzone mi fa sentire così, sarebbe perfetto per una scena drammatica’. Così, pian piano sono nati sprazzi di trama, poi ho cominciato a pensare ai personaggi. Deriva quasi sempre tutto dalla musica, alla fine.”

Per restare in tema, l’autore mi ha rivelato un suo particolare metodo di lavoro. Se osservate i vari personaggi del suo fumetto, che potete trovare sulla sua pagina Instagram: @yourgreenkj, dove posta molte illustrazioni e i suoi progressi di lavoro, potrete vedere come siano riconducibili ad un determinato stile di musica. Per esempio abbiamo il protagonista, Alessandro, con questi capelli neri un po’ lunghi, i classici felponi larghi e un andatura un po’ timida e goffa, ditemi voi se non ricorda gli Emo e il conseguente genere di musica.

View this post on Instagram

🥑 #ilcorvoeilcorsaro #cute #bl

A post shared by Federico Pace (@yourgreenkj) on

Alessandro in tutta la sua Emosità

Oppure Marzia, una ragazza dai lunghi stivali a zeppa con le cinghie (che Federico ci ha messo una vita a disegnare, ma il risultato è veramente stupendo) e l’espressione da dura: il Goth Rock è decisamente cosa sua. E questa connessione di personaggi e generi musicali non è affatto casuale, anzi. Mentre lavora infatti Federico cambia genere di musica in cuffia a seconda del personaggio che sta disegnando. E la caratterizzazione diventa perfetta ed immediata. Un metodo di lavoro che mi ha davvero affascinato.

Insomma la musica per Federico è la colonna portante della sua ispirazione e non manca di esprimerlo anche nel suo fumetto. La musica d’altronde è un mezzo potente, ricco di spinta comunicativa che se usata al meglio può risultare veramente avvincente.

Illustrazione del weekend 🕷️6 giorni per finirlo 🎃#ilcorvoeilcorsaro

Pubblicato da Federico Pace su Domenica 24 maggio 2020
Ecco alcuni dei personaggi principali. Da sinistra: Marzia (penso lo avevate già capito tutti che era lei), Giulia, in basso Alice, Valerio e infine Gabriele (Gab) e Alessandro (Ale).

Oltre a questo però, non manca di affrontare anche tematiche un po’ più complesse, sempre ovviamente in toni leggeri, ma con quel pizzico di serietà in più di cui necessitano. Tra queste troviamo quella riguardante la comunità LGBTQ. Tematica a cui Federico è molto legato, facendo lui stesso parte della comunità come ragazzo transessuale.

Oltre all’omosessualità del protagonista, raccontata in modo naturale (come dovrebbe essere fatto in ogni media), in un ambiente amicale aperto e di condivisione, verranno presentate situazioni meno gradevoli, come d’ingiustizia sociale, prese in giro e le altre, purtroppo, classiche situazioni quotidiane che spesso molti di noi devono sopportare, presenti nei ricordi dei personaggi.

View this post on Instagram

#memories #old #90saesthetic

A post shared by Federico Pace (@yourgreenkj) on

Questo perfetto connubio di elementi risulta, a prima vista, e secondo una mia opinione rispetto alle informazioni ottenute (non me ne voglia l’autore), un misto tra il genere Yaoi, Shoujo e Josei. Tutte terminologie caratteristiche dei manga. Termini che il nostro Federico conosce molto bene, essendo anche lui appassionato del fumetto giapponese. Una passione talmente forte che lo ha portato a studiare e a imparare la lingua e a tenere nel cassetto il sogno di andare a vivere un giorno nel Paese del Sol Levante.

196px Fma01 - Il corvo e il corsaro: un fumetto che si racconta attraverso la musica

Il suo manga preferito è Fullmetal Alchemist, un’opera stupenda che ho potuto apprezzare nel suo formato animato (anime). Non è mancata poi ovviamente l’ispirazione da altre opere made in Japan per il suo lavoro. Tra queste troviamo Zankyou No Terror, per lo stile di alcuni personaggi. Per esempio, Lisa Mishima, una dei protagonisti dell’anime è stato il vero e proprio prototipo di partenza da cui poi si è evoluto il personaggio di Alessandro.

Come ispirazione dal punto di vista di trame e di essenza animistica del fumetto, troviamo invece Ai Yazawa, autrice dell’iconico manga Nana, da cui Federico prende a piene mani. Ancora una volta anche qui torna l’elemento musicale, vitale nel manga di Yazawa, come in quello di Federico.

Dal punto di vista tecnico invece, troviamo l’unica ispirazione proveniente dal fumetto occidentale: Mike Mignola e Duncan Fregedo, autori e disegnatori della serie di fumetti di Hellboy. I due sono caratterizzati dall’utilizzo di inchiostrazioni marcate e ombre molto scure che si ritrovano nei disegni di Federico, creando un effetto davvero molto gradevole agli occhi.

Nana ai yazawa netflix 999x749 - Il corvo e il corsaro: un fumetto che si racconta attraverso la musica

Il fumetto avrà un totale di 3 volumi, composti da 2 capitoli ciascuno, per un totale di 68 pagine. Per ora Federico ha concluso il primo capitolo.

Il primo volume de Il corvo e il corsaro, se tutto va come deve andare dovrebbe uscire verso fine anno. Nel caso migliore in cui il Lucca Comics si potrà svolgere, troveremo Federico allo stand di Tora Edizioni pronto a venderci copie del suo stupendo lavoro. Nel caso nefasto che invece non abbia luogo, potremo comunque comprare il fumetto sui principali store online come Amazon o Ebay e ovviamente sul sito rivenditore ufficiale di Tora Edizioni.


Che dire, Federico è un artista con grandi capacità, uno stile stupendo e tanta voglia di fare. Inoltre, e non è poco, è un talento tutto italiano, che si merita il successo. Speriamo di vedere presto in vendita Il corvo e il corsaro, per poterci immergere nell’universo musicale tanto sfaccettato e complesso creato da Federico.

  Articolo precedente

Fumetti, Manga

Può un singolo capitolo rovinare un manga?

Scritto da Vincenzo Laezza

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend