venerdì, 28 Febbraio 2020

Fumetti, Fumetti italiani, Graphic Novel

“Janis Joplin Piece of my Heart”: una graphic novel tutta italiana che ci racconta una grande artista

E rieccomi qui, a pentirmi di scoprire le cose anni dopo. Lo so, sono un caso perso. In questo caso sto parlando di “Janis Joplin-Piece of my heart“, fumetto italiano uscito nel 2017 realizzato dalla bravissima Giulia Argnani, che non conoscevo proprio, mea culpa. Adesso però sicuramente recupererò altre opere senza alcun dubbio. Ora parliamo di questa graphic novel incentrata sulla cantante Janis Joplin, che mi ha attirato per un motivo ben preciso.

Janis era, fin da ragazzina, uno spirito abbastanza ribelle e desideroso di scappare via. La cittadina in cui era cresciuta, ossia Port Arthur situata in Texas, per lei risultava come una gabbia. Lei era un piccolo uccellino che sognava solo di volare via. A scuola tutti la prendevano in giro per il modo di vestire, o perché era per l’uguaglianza tra bianchi e persone di colore, o ancora perché le dicevano che “sembrava un uomo”. I genitori poi non la aiutavano a stare meglio e anzi, le davano contro, cercando di farla diventare come gli altri. Ma lei non era come gli altri.


una giovane janis joplin nella sua camera maxw 1280 960x960 - "Janis Joplin Piece of my Heart": una graphic novel tutta italiana che ci racconta una grande artista

La ragazza aveva una voce unica, una voce che sicuramente non avresti mai associato ad una giovane donna bianca. Amava il blues, le scorreva proprio nelle vene, e così partì proprio per far della sua passione una professione. La California in quegli anni era il top del top per gli artisti come lei e lì andò. Non ci mise troppo a diventare un volto noto, o meglio una voce nota. Con la musica però, venne a conoscenza delle sue più grandi nemiche, la droga e la solitudine.

Anche per colpa di ciò che aveva vissuto da ragazza, Janis cercava sempre qualcuno che stesse con lei, che le dicesse che era bella, che la amasse per sempre. Fu anche per via della continua sensazione di essere sola al mondo e del suo essere completamente legata alla cultura hippie che ogni sera cercava qualcuno con cui passare la notte. Ma questo non bastava, poiché non trovava nessuno la amasse davvero, neanche le persone con cui aveva una vera e propria relazione. Per combattere la tristezza si fiondava su quel mostro chiamato eroina, che la portò ad una tragica fine alla giovane età di 27 anni.


In breve dunque vi ho raccontato a grandissime linee la sua vita. Questa graphic novel ci trasporta direttamente nel mondo della cantante, da quando appunto andava a scuola fino alla fine. Lo fa con un tratto particolare, ma molto convincente ed adatto. Aperto il volume sono rimasto deluso dall’assenza dei colori, ma mi son dovuto ricredere. Il bianco e nero danno qualcosa in più al racconto. Viene adottata la formula dei salti temporali, avanti e indietro dall’inizio degli anni sessanta all’inizio degli anni settanta, mostrandoci varie sfaccettature di una donna tanto forte sotto alcuni aspetti, quanto fragile sotto altri.

janis 8 960x1382 - "Janis Joplin Piece of my Heart": una graphic novel tutta italiana che ci racconta una grande artista

Giulia Argnani riesce, grazie anche all’uso delle canzoni messe qua e là ed anche alle espressioni facciali dei personaggi, a trasmetterci il dolore, la gioia, la sofferenza e l’amore per la musica che Janis provava. Sono rimasto incantato da quanto la graphic novel si faccia leggere bene, l’ho letta in pochissimo tempo ed ero realmente rapito da quelle tavole e quella storia, sarà anche perché l’argomento trattato mi sta veramente tanto a cuore.

Dovete sapere che Janis Joplin è forse una delle cantanti che preferisco in assolto. Con quella voce stupenda, non limpida ma graffiante e grintosa, riesce a trasmettermi alcune emozioni che difficilmente riescono ad arrivarmi ascoltando molti altri artisti. Nella maggior parte delle canzoni senti realmente la tristezza del momento, mentre in altre senti tutta la gioia possibile, ma sempre con quella voglia di urlare ciò che sentiva al mondo, cosa che la rendeva subito riconoscibile. Il tutto è cantato con una tale grinta da lasciare incantati, e solo lei poteva farcela. Vi lascio qui di seguito una sua canzone, pure live giusto per assaporare meglio il tutto, anche perché se non la conoscevate prima, adesso dovete assolutamente.

Il mio amore per lei però non si ferma al solo lato musicale, infatti leggendo vari libri a lei dedicati mi sono appassionato alla Janis donna. A quella persona così fragile, così bisognosa di qualcosa che nessuno al momento era riuscito a darle. Chi si era allontanato per altre donne, chi perché era solamente un verme, chi per causa proprio della droga. Probabilmente, se nella serata in cui prese quella dose fatale non fosse stata sola, adesso la potremmo sentire cantare su qualche famoso palco, ancora con quella voce fenomenale. O forse no, e sarebbe finita nello stesso modo. Chissà.

Janis Cover - "Janis Joplin Piece of my Heart": una graphic novel tutta italiana che ci racconta una grande artista

Ogni sua canzone poi ti fa realmente venire i brividi. Io ogni volta che le sento, alcune in particolare, non riesco a trattenermi. Canzoni come Piece of my heart, Kozmic Blues, Cry baby, Mercedes Benz, Maybe o ancora Summertime, non possono che farti urlare l’intero testo anche se sono comunque tutte diverse e particolari. Con solo quattro album in studio le perle create sono state davvero, davvero molte.


Mi sono forse dilungato troppo, tutto ciò che volevo fare era consigliarvi una bellissima opera che mi ha rubato il cuore, e allo stesso tempo una cantante che, anni fa, mi ha realmente fatto innamorare. Se già la conoscete correte a comprare la graphic novel, anche solo per sostenere gli artisti italiani, che non godono mai abbastanza del supporto dei lettori. Se invece siete neofiti di Janis Joplin correte su Spotify o quello che volete voi e ascoltatevi tutto, poi dopo potrete anche voi leggere cose come questa e non solo.

  Articolo precedente

Comics, Fumetti

The Walking Dead è finito. Lunga vita a The Walking Dead

Scritto da Andrea De Venuto

Articolo successivo  

Comics, Film e Serie TV, Fumetti

Superman: Red Son diventerà un film animato, e non possiamo non esserne felici

Scritto da Mirko Midili

Send this to a friend