giovedì, 14 Novembre 2019

Fumetti, Manga

Nel suo nuovo manga Kabi Nagata si racconta attraverso il suo “tentativo di fuga dalla realtà”

Un nuovo manga nato dalle abili mani di Kabi Nagata, una mangaka che ormai adoro

Tempo fa vi parlai di un manga che mi aveva colpito particolarmente (e da un po’ in effetti che non vi parlo di manga, devo rimediare): La mia prima volta. My lesbian experience with loneliness di Kabi Nagata. Una ragazza giovane che all’interno della sua opera ci descrive la sua prima esperienza con la sua sessualità ed opera un immenso lavoro di introspezione che permea ogni pagina del fumetto.

Tante erano le cose che mi aveva colpito al tempo, se volete scoprirle tutte, potete leggere la mia recensione qui sotto.


Sicuramente l’autrice ha avuto molto coraggio a portare su carta un’esperienza così tanto personale ed intima della sua vita. Facendolo però è riuscita ad ottenere due ottimi risultati: esorcizzare le sue paure al riguardo e far conoscere una storia in cui molte persone potrebbero ritrovarsi, trovando in quest’ultima un’ottima fonte di consigli e motivazione.

Questi obiettivi raggiunti nella sua prima opera, è riuscita sicuramente ad ottenerli anche all’interno del suo nuovo manga, di cui vi parlo proprio oggi.


Il suo nuovo manga s’intitola: Genjitsu Tōhi Shitetara Boroboro ni Natta Hanashi (Una storia su di me, Provando a scappare dalla realtà, Finendo per consumarmi). Già uscito in Giappone, pubblicato dalla East Press.

kabinagata - Nel suo nuovo manga Kabi Nagata si racconta attraverso il suo "tentativo di fuga dalla realtà"
La copertina del manga

In questo manga nuovamente autobiografico, Nagata ci racconta la storia della sua ospitalizzazione avvenuta l’anno scorso per una pancreatite e ingrossamento del fegato causati dalla sua dipendenza da alcool. Nagata ci parla del periodo in cui frequentava regolarmente un pub con l’intento di “fuggire dalla realtà“. Ad un certo però punto la sua salute mentale ha subito un peggioramento e da quel momento ha cominciato ad appoggiarsi all’alcool in maniera assidua, fino a quando è finita in ospedale.

Inizialmente alla domanda del padre, durante la degenza, se avrebbe trasformato anche questa esperienza in una storia, la sua risposta fu negativa. Ma dopo qualche tempo decise invece di farlo, rendendosi conto che scrivendo la storia sarebbe stata in grado di dare un senso al suo “crollo dopo il suo tentativo di scappare dalla realtà.” Ancora una volta quindi per lei scrivere è stato un modo per esorcizzare una brutta esperienza che le ha comunque donato una nuova maturità.

kabi2 - Nel suo nuovo manga Kabi Nagata si racconta attraverso il suo "tentativo di fuga dalla realtà"
Una pagina del manga

Già all’interno del manga La mia prima volta, Nagata ci ha dato una panoramica generale dei suoi precedenti problemi, mentali e fisici con cui aveva dovuto convivere e superare. In questa nuova opera però l’autrice ha deciso di concentrarsi su queste tematiche in maniera dettagliata, partendo dalla sua esperienza ospedaliera.

Che dire, sono sicurissimo che il manga giungerà in Italia (non so bene quando però) e quando succederà sarò il primo a comprarlo, statene certi.
Se invece non avete ancora letto il suo primo lavoro, allora potete trovarlo su Amazon ad un ottimo prezzo.


Kabi Nagata è una mangaka giovane, ancora a tratti inesperta ma che è stata in grado di creare un vero e proprio genere, tutto suo, unico ed inimitabile. Una ragazza che è stata in grado di aprirsi completamente al mondo, senza paura di giudizi o critiche e ha avuto il coraggio di raccontare veramente se stessa in ogni suo aspetto.
Ed è proprio per questi motivi che mi sono innamorato del suo primo manga. E sento che mi succederà anche con quest’ultimo.

  Articolo precedente

Comics, Fumetti, Fumetti italiani

Frammenti d’Autunno: tra fantascienza e poesia

Scritto da Marcello Fiano

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend