venerdì, 28 Febbraio 2020

Fumetti, Graphic Novel

Questo è il momento giusto per recuperare un capolavoro: La Lega degli Straordinari Gentleman è un fumetto che va preso

Per chi legge ciò che scrivo da qualche tempo, io arrivo sempre tardi a scoprire come si deve certe cose. Dopo anni e anni dall’uscita di una qualsiasi opera ecco che la recupero e me ne innamoro follemente, come è successo con Final Fantasy IX, come sta succedendo con Evangelion e come è appena accaduto con “La Lega degli Straordinari Gentleman“.

Nel 2003, avevo solamente sette anni, uscì un film che vidi qualche anno dopo per la prima volta grazie ad una vhs comprata a pochissimo. Lì fu amore davvero a prima vista. Il film si intitolava “La Leggenda degli Uomini Straordinari” e all’interno c’erano un sacco di personaggi letterari che facevano cose realmente straordinarie, ero realmente stupito e diventò uno dei film che più amavo della categoria “da grandi”, insieme a Matrix e altra robetta.


la leggenda degli uomini straordinari copertina maxw 824 - Questo è il momento giusto per recuperare un capolavoro: La Lega degli Straordinari Gentleman è un fumetto che va preso
La locandina del film di cui vi ho parlato

Tempo dopo venni a scoprire che quel film era ispirato ad un fumetto (molto liberamente, non essendo per nulla simili) ma per vari motivi non ho mai potuto recuperarla anche se ne ero fortemente attirato. Ora la BAO Publishing ha ristampato, giusto da pochissimo, il primo volume della serie de “La Lega degli Straordinari Gentlemen”, e non ho potuto fare altro che approfittare di questa cosa.

Il fumetto, scritto dal geniale Alan Moore (Watchmen, From Hell, The killing Joke, V per Vendetta solo per citarne alcuni) e disegnato da Kevin O’Neill, parla di una squadra speciale di uomini (e donne) fuori dal comune. Praticamente tutti i personaggi che vediamo nell’opera sono presi da famosissimi libri. Nella lega che da il nome al fumetto abbiamo infatti Allan Quatermain (creato da H. Rider Haggard), esploratore inglese molto conosciuto non solo in patria, Mina Murray, donna misteriosa che sicuramente conoscerete anche voi (creata da Bram Stoker), il dottor Jekyll e la sua parte selvaggia (creato da Robert Louis Stevenson), il capitano Nemo (creato da Jules Verne) e Hawley Griffin, ossia l’uomo invisibile (creato da H.G. Wells).


Si riuniscono sotto ordine dell’impero britannico, in particolare grazie alle direttive di Campion Bond, che mette in atto ciò che viene suggerito dal suo capo, un certo signor M. La vicenda del primo volume è ambientata nel 1898 e saranno anche presenti altri personaggi come il detective Dupois (creato da Edgard Allan Poe), Mycroft Holmes e, anche se solo citato, Sherlock Holmes (creati entrambi da Arthur Conan Doyle). I nostri protagonisti, seppur diffidenti l’un l’altro e con mille problematiche personali, dovranno far squadra per salvare tutta l’Inghilterra, forse addirittura l’umanità intera.

Nemo - Questo è il momento giusto per recuperare un capolavoro: La Lega degli Straordinari Gentleman è un fumetto che va preso
Il capitano Nemo, il personaggio che ho trovato più interessante

Ho amato tantissimo, come dicevo prima, quest’opera. I disegni di O’Neill sono stupendi, perfetti per il tipo di ambientazione che si desidera far vedere al lettore. Alan Moore poi è uno degli scrittori di fumetti che preferisco. A mio parere ha realizzato una quantità enorme di capolavori, uno più bello e profondo dell’altro. La Lega degli Straordinari Gentlemen non è da meno. Certo magari ti lascia meno dentro rispetto ad un Watchmen o ad un V per Vendetta, ma dal lato dell’intrattenimento e tutto il resto è perfetto.

Ho letto il volume tutto d’un fiato, e non riuscivo a stancarmi. Sarà per la storia (autoconclusiva oltretutto) che ti invoglia ad andare avanti, sarà per l’ottimo lavoro dei ragazzi della BAO che ci offrono un volume perfetto o saranno i disegni si sporchi ma azzeccatissimi di O’Neill. Sta di fatto che trovo che quest’opera vada letta da tutti, senza se e senza ma.


Per ora vi consiglio di recuperarvi questo primo volume, anche solo per vedere se effettivamente ne vale la pena, poi con calma ci sono tantissimi altri volumi, alcuni usciti da poco ed altri che probabilmente verranno a loro volta ristampati. Ora non posso dirvi altro, posso solo lasciarvi alla scoperta di quest’opera.

  Articolo precedente

Graphic Novel, Serie TV

Ora è sicuro: la produzione della seconda stagione di Umbrella Academy sta finalmente per avere inizio

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Comics, Film e Serie TV, Fumetti, Serie TV

Sandman diventerà una serie TV per Netflix: dovremmo esserne felici?

Scritto da Andrea De Venuto

Send this to a friend