domenica, 19 Maggio 2019

Anime, Comics, Fumetti, Romanzi, Uncategorized

Torino Comics 2019: riflessione sull’importanza del fanciullo interiore

Bambinata o opportunità per divertirsi e far fiorire il mercato underground?

Buongiorno a tutti, dal 12 al 14 aprile si è tenuta la nuova edizione del Comics Torinese. Tra gli ospiti importanti (perlopiù tutti youtubers) c’erano Victorlaslo88, Il proprietario del canale Cartoni Morti, Facce di Nerd, Matioski, Michael Righini, Dark Andross, Giacomo Buzzoni, DavePlissken, Il Tizio Qualunque, Caleel, Danny Hyena. Ospiti che ovviamente, a causa della caotica folla, non sono riuscita a vedere.

In compenso, ho fatto acquisti e mi sono fatta fare due autografi dal Rinoceronte sui fumetti tre e quattro di “No Lands Pulp”, una serie fantasy con tinte noir e pulp che ha come protagonista un nano che soffre di amnesia e sta cercando di ricostruire il suo passato.

s583186920507604863 p102 i1 w536 - Torino Comics 2019: riflessione sull'importanza del fanciullo interiore

Ringrazio personalmente Andrea Bertone e Barbara Astegiano per il ritratto e il disegno su commissione. Entrambi, come potete notare qui sotto, hanno un tratto “demoniaco” venuto a dir poco bene. Vi invito a dare un’occhiata ai loro siti. Andrea offriva ritratti a tema fantasy, mentre Barbara ha il meraviglioso tocco di rendere realistici personaggi Disney, anime, di libri ecc.

barbara astegiano 001 960x1320 - Torino Comics 2019: riflessione sull'importanza del fanciullo interiore
Alice mezza succubus… e no, non è una citazione a Monster Girl Quest!!

andrea bertone 2 001 2 960x1320 - Torino Comics 2019: riflessione sull'importanza del fanciullo interiore
Altro che maghi, qua ci vuole un po’ di sangue demoniaco!


Ora, vorrei sfruttare questo evento personale per focalizzarci su una tematica più ampia: cosa rappresentano le fiere del fumetto per queste generazioni? A parer mio, in primis rappresenta un ritorno all’infanzia: lo stesso cosplay è il tentativo di rappresentare i nostri personaggi preferiti dei cartoni, videogiochi, fumetti e libri, si crea un ruolo quasi empatico tra costume e individuo. Secondo elemento è quello economico: i Comics sono un ottimo mezzo per vendere prodotti e, non a caso, viene sfruttato da case videoludiche, case editrici e fumettistiche. Terzo elemento: si possono creare facilmente contatti per ritrovi o pubblicazioni di prodotti.

Ma quindi sono pagliacciate e bambinate? Dipende da come lo si vive. Personalmente, le fiere dei fumetti sono un modo per vedere piccoli autori emergere e mostrare il loro talento, così come rivivere la propria infanzia senza vergognarsi. E voi che ne pensate?

  Articolo precedente

Fumetti, Manga

Samurai 8 Hachimaruden: ecco quando uscirà il nuovo manga di Masashi Kishimoto

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Romanzi, Romanzi vario genere

Prossimamente a maggio, Leggereeditore ritorna con l’astro narrante

Scritto da ElMicio

Debora Parisi
Debora Parisi nasce a Torino nel 1996. Fin da piccola è sempre stata una divoratrice di libri e storie, tanto che chiedeva cinque fiabe prima di andare a dormire, con disperazione della povera mamma.A 9 anni partecipa al concorso Carla Boero, edito da Associazione Culturale Arcizeta di Chivasso, non riuscendo ad entrare tra i primi classificati, ma ottenendo comunque il premio d’esordio.Dopo non parteciperà ad altri concorsi. Studia cinese presso la facoltà di Lingue e Culture dell’Asia e dell’Africa.Gestisce un blog chiamato El micio racconta, dove interpreta il ruolo di un gatto magico, pantofolaio e amante dei libri, e un canale youtube intitolato Antro del Drago, che tratta di diversi argomenti, tra cui recensioni di libri, film e videogiochi. Collabora anche con la rivista letteraria Upside Down Magazine.

Send this to a friend