lunedì, 16 Dicembre 2019

Romanzi, Romanzi vario genere

Coraline è un libro da grandi

Recensione di un libro letto in aereo

Vi è mai capitato di ritrovare qualcosa che da bambino vi ha spaventato profondamente? In genere da adulti ci sembra poi una sciocchezza e ridiamo di ciò che un tempo ci aveva turbato. Ecco a distanza di anni mi sono ritrovata a rileggere il libro Coraline di Neil Gaiman, e vi assicuro che di assurdo o ridicolo non ho trovato assolutamente nulla. Sebbene sia un libro indirizzato a un pubblico adolescente, l’ho trovato davvero angosciante anche per una ragazza grande e vaccinata.

La storia può ricordare vagamente quella di Alice nel paese delle meraviglie, ma prende da subito una svolta molto più dark e inquietante. Coraline, come Alice, si trova ad affrontare il mortorio degli ultimi giorni di vacanza, prima che cominci la scuola. La noia e la totale assenza dei genitori la portano ad esplorare ogni angolo della casa, facendole fare una scoperta sorprendente: quella che sembra una porta murata è in realtà la porta per un altro mondo. Un mondo strano, diverso, la copia distorta di quello da cui proviene Coraline, compreso di genitori e vicini strambi. Gli altri genitori cercano in ogni modo di trattenere Coraline con se, offrendole regali e cibi squisiti, ma qualcosa non convince la bambina…


Da questo libro è stato poi tratto nel 2009 un cartone in step-motion dallo stesso creatore di The Nightmare before Christmas, Henry Selick. E già da questo si capisce il tipo di atmosfera che permea questo film: cupa, tetra, inquietante… Diverso in molte cose dal libro ma ve lo straconsiglio ugualmente.

PhotoEditor 20190410 163635220 resized 20190410 043720555 - Coraline è un libro da grandi
Questa è una foto fatta da me al primo capitolo del libro

Coraline non è un libro horror. È la vera e propria rappresentazione di un incubo, in cui assurdo e reale si fondono ed ogni cosa è confusa ma incredibilmente chiara. Coraline attraversa questo mondo onirico da sola, come ognuno di noi, ritrovandosi ad affrondare le sue paure più grandi e a doverle sconfiggere pur di tornare a casa.



In conclusione consiglio a tutti di leggerlo, è estremamente scorrevole e leggero, ma vi lascerà quella giusta dose di inquietudine che basta prima di andare a dormire.

  Articolo precedente

Romanzi, Romanzi vario genere

L’imprevedibile viaggio di Harold Fry: continua a camminare

Scritto da Gatti Galattici

Articolo successivo  

Romanzi vario genere, Uncategorized

Via delle Grancasse numero 0: storie da una gabbia di matti

Scritto da ElMicio

Send this to a friend