giovedì, 6 Agosto 2020

Romanzi, Romanzi fantasy

Guerriere: un’antologia fantasy tutta al femminile

Dodici racconti tra guerre, divinità e coraggio.

Salve a tutti, ragazzi e ragazze, oggi vorrei parlarvi di un’altra antologia a cui ho partecipato. In pratica l’anno scorso la Mezzelane Casa Editrice proclamò un bando fantasy. Una particolarità che mi colpì fu che il fulcro principale era il fantastico descritto dal punto di vista femminile.

Ho deciso quindi di partecipare e il mio racconto “Io sono Lilith” è risultato tra i vincitori del concorso.


Esattamente come per Bestie d’Italia, io non posso fare una recensione in quanto sarei di parte, ma posso presentare l’opera.

Tale antologia è nata per dare spazio a personalità femminili nel fantastico, in quanto vi è una predominanza di autori maschili. Il risultato sono dodici racconti che hanno un tema comune: donne che lottano per un obiettivo: che sia il dominio cosmico, il proprio regno, la propria dignità o la famiglia, ogni protagonista è una guerriera.


Le storie toccano le piú svariate ambientazione: abbiamo la Cina, la Mongolia, il Medio Oriente o mondi completamente inventati.

guerriere antologia 1 - Guerriere: un'antologia fantasy tutta al femminile

Parlando del mio racconto, ho voluto usare il fantastico per rappresentare la metafora della demonizzazione della dea madre. Mi sono ispirata alla mitologia palestinese, dove pare che il dio El (il cui nome è spesso associato a Yahweh) aveva una sposa di nome Asherah.

Tale parola è menzionata anche nella Bibbia e non è da escludere che inizialmente il popolo ebraico fosse politeista e abbia subito influssi da altre culture. Molti elementi dell’Antico Testamento sono copiati spudoratamente dalla mitologia babilonese (come ad esempio il diluvio universale).

Nella storia, Asherah fugge dal marito che vuole “ucciderla” per assorbirne il potere e diventare unico. La dea inizia pian piano a formare una sua ribellione, ma il desiderio di vendetta la corromperà lentamente, fino ad assumere il nome di Lilith. Insomma, è una vittima ma non è una santa.

Ho quindi fuso due figure mitologiche per rappresentare tale metafora. Se per caso foste interessati, ho fatto narrare dalla bravissima VIR-la forza delle parole un estratto del mio racconto.

Abbiamo anche racconti con protagoniste orchesse, imperatrici d’oriente, donne volpe e madri coraggiose.


Insomma, se per caso vorreste leggere una raccolta di racconti con la prospettiva femminile, potrebbe stuzzicare il vostro interesse.

  Articolo precedente

Arte e Cultura, Romanzi fantasy

A caccia di mostri e leggende con Bestie D’Italia volume 2

Scritto da Debora Parisi

Articolo successivo  

Romanzi fantasy, Videogiochi

Tevinter Nights svela dei possibili retroscena di Dragon Age 4

Scritto da Debora Parisi

Debora Parisi
Debora Parisi è una studentessa universitaria di giorno e cacciatrice di leggende e mitologie di notte. Da bambina arriva finalista al concorso Anna Bolero, diretto dall'Associazione Culturale Arcizeta di Chivasso. Nel 2019 ha pubblicato racconti per Historica Edizioni, NPS edizioni, Fanucci e Mezzelane Editrice. Gestisce un blog chiamato El micio racconta, un canale youtube intitolato Antro del Drago, che tratta di diversi argomenti, tra cui recensioni di libri, film e videogiochi. Collabora anche con le riviste Upside Down Magazine e Porto Intergalattico, ha collaborato anche con Sci-Fi Pop Culture e Spazio Penultima Frontiera.

Send this to a friend