venerdì, 27 Novembre 2020

Arte e Cultura, Romanzi fantasy

L’ultimo tweet controverso di JK Rowling

Estremismo chiama estremismo

Salve a tutti e a tutte, vorrei fare uno speciale molto breve che potrei inserire nella rubrica Homus Imbecillus, sebbene io non voglia ironizzare sulla faccenda. Sto parlando caso di JK Rowling.

Ultimamente i suoi tweet hanno rivelato una personalità controversa, non so se sia colpa del soldi oppure di un trauma o di un semplice cambiamento d’idea. Sta di fatto che la nostra scrittrice è al centro di una bufera di ghiaccio e di fuoco.


Allora, premetto che non condivido i suoi pensieri in quanto sono da una persona ignorante in materia, però volevo brevemente analizzare ciò che è successo.

Come sappiamo, i tweet della Rowling sono apertamente transfobici e anche certi elementi descritti nei suoi nuovi libri, fanno pensare che non sia una transfobia “innocente” e inconsapevole.


jk rowling difende sono sopravvissuta parlo difesa donne come me v3 451097 1 960x540 - L'ultimo tweet controverso di JK Rowling

Analizzando la prima parte del testo, ciò che pare aver fatto cambiare idea la Rowling è il fatto che abbia incontrato sia persone transfobiche sia persone che effettivamente hanno subito delle situazioni spiacevoli da fanatici lgbt.

Come ho detto nel mio articolo, il mondo LGBT sta attraversando una guerra civile: abbiamo avuto l’esempio con la scissione dell’associazioen LGB ( che forse diventerà poi come il televisore LG). Tale fenomeno lo osservato anche personalmente.

Ci sono scontri su chi è più emarginato, perfino dentro gli stessi gruppi ci sono discriminazioni ( tra bisessuali e pansessuali ad esempio, oppure l’eterna lotta tra truscum e tocute).

E le persone LGBT non sono esenti da discriminazioni verso altre minoranze. Faccio l’esempio di Alice Weidel. Lei è politica di estrema destra, lesbica cisgender, sposata e con figli, le cui politiche di intolleranza si sono rivolte verso la popolazione islamica.

Oppure il caso dell’attivista transessuale Asheley Marie Preston, finita in una bufera mediatica per aver commesso il triumvirato del male che assicurerebbe qualsiasi americano/a al licenziamento: omofobia, misoginia e razzismo.

lgbt flag - L'ultimo tweet controverso di JK Rowling

Il problema è che tali estremisti non rappresentano l’intera popolazione LGBT, la maggior parte di loro vuole vivere una vita tranquilla, avendo i diritti di qualsiasi essere umano. Sta alle associazioni LGBT stesse prendere distanze o punire gli individui violenti ed estremisti. Se è successo storicamente con il NAMBLA si potrà fare anche per altre ali estremiste e tossiche.

Ad ogni modo, il pensiero della Rowling non è giustificato. Avrebbe potuto parlare degli esponenti estremisti del movimento transgender, non delle persone transgender in generale. Un po’ come se uno dicesse “tutti i cristiani sono violenti”, no, sono violenti quando sono estremisti oppure supportano regimi totalitari. Dove i cristiani non hanno potere sono perseguitati ed esistono cristiani che supportano i diritti delle persone LGBT.

Inoltre l’estremismo di alcuni attivisti LGBT alimenta l’estremismo delle TERF, un po’ come l’estremismo islamico alimenta i movimenti di estrema destra. Odio chiama odio.

C’è anche una tematica molto delicata: JK Rowling ammette di aver subito uno stupro. Ora, non so se sia vero o no, ma conoscendo la sua biografia non credo sia improbabile, dato il marito violento.

Penso che la questione dello stupro sia delicata, può portare traumi così come repulsione per l’attività sessuale ecc. Ad ogni modo, mi pare che stia strumentalizzando la sua situazione, ma come ho detto, vorrei evitare di andare oltre dato la tematica. Preferisco che siano le vittime di stupro stesse a parlare e constatare oppure ad opporsi a ciò che è stato scritto. Perché penso che solo una persona che abbia subito lo stesso trauma possa dare un’analisi più lucida della vicenda.

Oppure ha citato i detransizionati, ovvero persone che hanno deciso di ritornare al genere di nascita. Le ragioni sono più diparate, alcune per vero pentimento altre a causa della tranfobia. Da quel che ho capito, riguarda solo l’1% per cento delle persone transizionate, ma ci sono articoli che dicono che siano di più. Personalmente dovrei informarmi meglio, penso che solo i detransizionati possano dare risposte più soddisfacenti.

Ad ogni modo, riconosco che i detransizionati sono una percentuale emarginata nella comunità LGBT e che non tutti odiano il movimento transgender.

detransitioners 960x540 - L'ultimo tweet controverso di JK Rowling
la salamandra, un animale che si rigenera, è il simbolo dei detransizionati. Altre volte è una lucertola. Fonte originale dell’immagine.

A mio parere non devono né essere emarginati né essere strumentalizzati, si deve creare un dialogo tra gli altri LGBT e i detransizionati, così come quest’ultimi con il resto della popolazione. La loro strumentalizzazione da parte delle persone transfobiche è becera così quanto l’emarginazione che subiscono nella comunità LGBT.

Invito le varie fazioni a confrontarsi in un dialogo pacifico, cercando i punti in comune invece che le differenze.

Questo invito lo estenderei a JK Rowling. Penso che dovrebbe creare più dialogo per capire le persone che accusa. Le persone possono cambiare idea, basta solo avere la volontà per farlo.

trans flag 960x576 - L'ultimo tweet controverso di JK Rowling
bandiera dell’orgoglio transgender

L’Homus Imbecillus è una rubrica satirica che analizza diversi aspetti controversi nella società, trattando tutti equamente. Questa è la sua filosofia.


Rispetta l’articolo 21 della Costituzione in materia sia di critica che di Satira.

  Articolo precedente

Arte e Cultura, Romanzi fantasy, Videogiochi

Fantasy, genere, razzismo e altre discriminazioni: Dragon Age

Scritto da Debora Parisi

Articolo successivo  

Arte e Cultura

Non esistono le mezze stagioni: il centrismo

Scritto da Debora Parisi

Debora Parisi
Debora Parisi è una studentessa universitaria di giorno e cacciatrice di leggende e mitologie di notte. Da bambina arriva finalista al concorso Anna Bolero, diretto dall'Associazione Culturale Arcizeta di Chivasso. Nel 2019 ha pubblicato racconti per Historica Edizioni, NPS edizioni, Fanucci e Mezzelane Editrice. Gestisce un blog chiamato El micio racconta, un canale youtube intitolato Antro del Drago, che tratta di diversi argomenti, tra cui recensioni di libri, film e videogiochi. Collabora anche con le riviste Upside Down Magazine e Porto Intergalattico, ha collaborato anche con Sci-Fi Pop Culture e Spazio Penultima Frontiera.

Send this to a friend