mercoledì, 17 Luglio 2019

Tecnologia

Van Gogh e i Maledetti: L’arte in tecnologia

Ehi, è il mio secondo articolo e parlo nuovamente di Van Gogh, ma che dirvi, una serie di vicissitudini mi hanno portato ad una distanza molto ravvicinata a confrontarmi nuovamente con le mie passioni.
Ma passiamo oltre.

Ho avuto la bellissima occasione di prendere parte, per la seconda volta, ad un’evento di grossa portata: una vera e propria immersione nel vivido mondo di colori che ha rappresentato la vita di Van Gogh, a spasso nei suoi quadri.
Non è stata molto differente dalla mostra Van Gogh Alive, allestita nello stesso identico luogo, laCattedrale dell’Immagine, nel Complesso di Santo Stefano al Ponte, ben cinque anni fa.


vg6 960x1280 - Van Gogh e i Maledetti: L'arte in tecnologia
Foto di Michelle Baldassini

In aggiunta alle opere di Van Gogh, sono stati mostrati anche i dipinti di altri artisti tra cui: Modigliani, Gauguin, Soutine ed altri, che in comune col protagonista della mostra, hanno uno spiacevole finale nella loro vita.
Sebbene questa esperienza sia durata solamente 60 minuti, vi era la possibilità di rimanere all’interno dello stabile per il tempo che uno desiderava.
Un’altra differenza è stata quella di inserire una camera a specchi, dove ulteriori proiezioni prendevano vita intorno allo spettatore circondandolo di colori e suoni.
Proprio questi suoni, nell’arco dell’ora di proiezioni potevano essere un problema per il volume piuttosto alto, essendo un’edificio antico era presente comunque l’eco che infastidiva non poco.

Questa volta sapevo l’esatta ubicazione dove potermi godere lo spettacolo al meglio, non in un punto centrale, ma spostata sotto una delle colonne laterali, dove l’angolo di visione, seduta sul pavimento ricoperto dalla moquette era magico.
Come i dipinti che, pennellata dopo pennellata, prendevano forma davanti ai miei occhi.
Questa volta è stata più speciale della prima, un po’ perché sapevo cosa aspettarmi, un po’ perché ho portato con me diverse persone a me importanti.
Ho sempre ritenuto che la condivisione delle proprie passioni fosse un mezzo di solidità nei rapporti.

vg5 960x720 - Van Gogh e i Maledetti: L'arte in tecnologia
Foto di Michelle Baldassini


La mostra è ormai finita, ma spero in una futura ulteriore tecnologica proiezione, magari con una maggiore inventiva e durata dello spettacolo, non perchè questa volta non mi sia piaciuto, ma avendo alte aspettative, ed essendoci comunque voluti cinque anni per il ritorno di una Alive Experience, uno si aspetta risultati sempre maggiori anche grazie all’evoluzione continua della tecnologia.
A chiunque abbia avuto l’occasione di viverla in prima persona, spero di aver scaturito un ricordo dolce di quelle visioni.
Mentre a chi non ha avuto modo di vederla, spero di aver innescato la curiosità di approfondire queste mostre fatte di proiezioni!



  Articolo precedente

Film, Serie TV, Tecnologia

Mediaset abbandona Mediaset Premium

Scritto da Gianmatteo Petteni

Articolo successivo  

Film, Film e Serie TV, Serie TV, Tecnologia

PlayStation Productions: un nuovo interessante progetto per quanto riguarda le serie TV e i film

Scritto da Mirko Midili

Michelle Baldassini
LoL: miscyunicorn95Fb: Michelle BaldassiniIg: miscyunicorn

Send this to a friend