domenica, 12 Luglio 2020

Uncategorized

Ho trovato il modello di padre che voglio essere: Ryan dal Pembrokeshire

Un ragazzo con molta inventiva che è riuscito a occuparsi della figlia senza rinunciare a giocare a Fifa. Facendo entrambe le cose egregiamente.

Le notizie del tutto inutili e con contenuti originali sono la mia specialità e ormai penso lo sappiate bene.

Oggi parliamo di un geniale genitore che ha capito tutto della vita. Nello specifico di un padre, che nel giro di qualche minuto è riuscito a risolvere una situazione che sembrava impossibile.


Immaginatevi la scena. Siete comodamente seduti, con indosso le cuffie pronti ad iniziare una partita di Fifa con alcuni vostri amici. Vostra moglie è sotto la doccia e vostra figlia di pochi mesi dorme tranquilla nella sua culla. Ad una certa il panico: la bambina comincia a piangere. In pochi minuti il mondo vi crolla sotto i piedi. L’infausto pensiero di dover abbandonare la partita si fa largo nella vostra testa. I vostri ingranaggi mentali tentano di trovare una soluzione in quel piccolo lasso di tempo in cui potete reagire. Ed ad un tratto: il genio.

fifa 20 neymar dribles lllpixw2xnj715r5p6wjhsnlw - Ho trovato il modello di padre che voglio essere: Ryan dal Pembrokeshire

Con uno scatto felino, il protagonista della vicenda, si appresta a preparare il latte alla perfetta temperatura per l’adorata figlia, con tanto di controllo gradi sul palmo della mano, durante il caricamento dell’agognata partita. A questo punto prende in braccio con delicatezza la pargoletta e con, in una mano il latte, si appresta a sedersi dove era posto in precedenza. (Mi manca solo come sia riuscito a rimettersi le cuffie…probabilmente non se le è mai tolte, la magia del wireless).


A questo punto abbassa il controller, solitamente utilizzato a livello mani e lo appoggia sul pavimento. Appoggia i suoi agili piedi sul controller e inizia a giocare, mentre ai piani alti si giostra con manualità a dare da mangiare alla figlia con l’ausilio del biberon. E per finire in bellezza il quadretto, riesce anche a comunicare al meglio con i suoi compagni di squadra per concepire le varie strategie di gioco per vincere una partita che si prospetta epica. E non giocata con i piedi…nonostante le premesse…

Questo non è un racconto fantasy cari miei, ma una storia vera, con protagonista un grande uomo, nonchè un grande padre e per finire un gran giocatore di Fifa. Il suo nome è: Ryan, un ragazzo inglese di 25 anni proveniente dal Pembrokeshire, Inghilterra.

Il magico evento

La moglie, Jodie, in tutto ciò era tranquilla sotto la doccia, in un momento di riposo dopo aver dedicato la giornata alle cure della figlia. Pensate che sorpresa, quando una volta uscita si è trovata questo spettacolo davanti agli occhi. Io sarei stato molto fiero di lui. E immagino lo sia stato anche lei, dato che ha deciso di filmare uno stralcio della scena, prima di andarlo ad aiutare. Video prontamente fatto girare poi sul web e che ha portato il ragazzo ad essere addirittura intervistato dal giornale Sportbible. A cui ha dichiarato: “Si trattava: o di chiamare Jodie, o di abbandonare la partita o di far piangere la bambina. Non avevo intenzione di fare nessuna di queste cose. In quel momento stavo giocando con alcuni amici, quindi mentre si caricava la partita ho preparato un biberon, poi ho posizionato i piedi sul controller e ho continuato a giocare.”

Sport Bible - Ho trovato il modello di padre che voglio essere: Ryan dal Pembrokeshire

Il ragazzo si è barcamenato in questa situazione per ben 20 minuti prima che sua moglie uscisse dalla doccia.

Che dire, io ammiro profondamente quest’uomo che è riuscito a risolvere una situazione tanto semplice a prima vista quanto complessa in una maniera veramente originale e che gli ha permesso di continuare a godersi un momento di relax con i suoi amici.

giphy - Ho trovato il modello di padre che voglio essere: Ryan dal Pembrokeshire
Obama approved

Penso di aver trovato il mio eroe, nonchè figura d’esempio per me stesso come futuro padre. Grazie Ryan.

  Articolo precedente

Uncategorized

Need Punk, il ritovo per chi vuole ruolare duro

Scritto da Gianmatteo Petteni

Articolo successivo  

Uncategorized

Isteria antiabortista: homus imbecillus all’attacco!

Scritto da Debora Parisi

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend