lunedì, 17 Febbraio 2020

Uncategorized

Homus imbecillus fantastici e come evitarli

Introduzione “naturalistica” alla grande piaga dell’umanità

Qual è l’essere umano più pericoloso al mondo? Il malvagio? Lo psicopatico? Il criminale? No, miei lettori, è l’Idiota: il suo rapporto di danno non va solo a se stesso, ma anche agli altri. I malvagi hanno un piano, gli idioti no, e non bisogna mai sottovalutare il caos, dato che crea effetti inaspettati.

Il Darwin Award è solo un esempio di come spesso gli imbecilli si facciano fuori da soli. Ogni idiota morto è un ringraziamento da parte dell’evoluzione umana, ma spesso questi fastidiosi parassiti sopravvivono e si riproducono peggio dei batteri.


Prendiamo un esempio classico e purtroppo molto pericoloso di tale specie: il Chierico da livello 20. Per chi non gioca a Dungeons & Dragons, il nome è un chiaro riferimento a un sacerdote di livello potentissimo, capace di compiere veri e propri miracoli, come controllare il tempo climatico o addirittura diventare una divinità. Ecco, ci sono alcune persone religiose che pensano di essere un dio e inconsciamente si sostituiscono ad esso. Credono di essere portatori della verità e sono molto pericolosi.

Voi direste: ma tanto uno col cervello non lo considererebbe nemmeno. Avete detto bene: uno col cervello. Non voglio discriminare le religioni, anzi ci sono molti fedeli che usano la logica per rapportarsi col mondo e ci sono anche scienziati credenti, ma alcuni, soprattutto le persone più indifese e facili da manipolare, cadono nel tranello di questi deficienti.


E purtroppo tali idioti vengono creduti da altri, creando una catena che a volte può portare alla morte. Vi ricordate il caso del suicidio di Jonestown? Questi sono alcuni esempi drastici. Altri invece sono molto divertenti, come nel caso di questa vicenda: migliaia di chierici di livello venti cercano di fermare una forza della natura con la preghiera. Della serie: “uniamoci tutti per formare uno scudo arcano di protezione con la forza dell’amore”. Ora, un conto è essere credente, un altro è essere deficiente.

La natura, da un punto di vista religioso, è un’espressione del potere di Dio. L’uomo non può fermare un uragano perché andrebbe contro il disegno divino. L’essere umano può adattarsi al clima ma non ergersi a divinità.

Per certi chierici addirittura la depressione non esisterebbe perché non citata nella Bibbia, peccato che gli studi medici greci-romani e la presenza della dea Murcia, rappresentazione del mal di vivere, dimostrino che già gli antichi si erano domandati se ci fosse una correlazione tra corpo e malattia mentale. Ma d’altronde, per alcuni l’Australia non esiste, c’è solo l’effetto Pac-Man.

Altri tipi di idioti sono i procreocentrici: personaggi ossessionati in maniera malsana dalla procreazione, avete presente le mamme pacine? Ecco, stessa specie. I monosessisti sono un altro esempio: o sei etero o sei omosessuale, le mezze stagioni non esistono. Per i monosessisti l’orso è una bestia immaginaria in quanto “la dieta onnivora” non esiste, la carne con contorno di patate è una fiaba e il colore grigio è frutto del governo mondiale per manipolarci. Scherzi a parte, il fatto che gente discriminata discrimini a sua volta rende solo più deprimente la situazione.


Andrei avanti all’infinito a parlare di queste bestie pericolose, ma c’è tempo e luogo per ogni cosa. Godetevi questa introduzione alla rubrica, ne avremo delle belle da raccontare!

  Articolo precedente

Uncategorized

Anche gli anime corrono in aiuto degli animali vittime degli incendi in Australia

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Uncategorized

Atari si lancia nel settore alberghiero: hotel perfetti per i nerd (seriamente)

Scritto da Luca Brajato

Debora Parisi
Debora Parisi nasce a Torino nel 1996. Fin da piccola è sempre stata una divoratrice di libri e storie, tanto che chiedeva cinque fiabe prima di andare a dormire, con disperazione della povera mamma.A 9 anni partecipa al concorso Carla Boero, edito da Associazione Culturale Arcizeta di Chivasso, non riuscendo ad entrare tra i primi classificati, ma ottenendo comunque il premio d’esordio.Dopo non parteciperà ad altri concorsi. Studia cinese presso la facoltà di Lingue e Culture dell’Asia e dell’Africa.Gestisce un blog chiamato El micio racconta, dove interpreta il ruolo di un gatto magico, pantofolaio e amante dei libri, e un canale youtube intitolato Antro del Drago, che tratta di diversi argomenti, tra cui recensioni di libri, film e videogiochi. Collabora anche con la rivista letteraria Upside Down Magazine.

Send this to a friend