domenica, 20 Settembre 2020

Videogiochi

Cyberpunk 2077: personalizzazione dei genitali, potevano farla meglio

Sono un criticone lo so. Ma se decidi di dare la possibilità di personalizzare anche i genitali, devi farlo fino in fondo

La personalizzazione dei nostri personaggi nei videogame di genere GDR è spesso una delle parti migliori. Praticamente la sezione di gioco in cui passiamo più tempo, indecisi tra un taglio di capelli e l’altro e se rendere il nostro protagonista simile a noi, alla nostra figura ideale oppure crearlo come se fosse il nostro esatto opposto. Dilemmi di una certa importanza.

Oramai i menù di personalizzazione sono diventati sempre più precisi e dettagliati. Possiamo modificare qualsiasi cosa, per esempio i dettagli più microscopici del volto: altezza zigomi, posizione sopracciglia, ecc. Elementi su cui non mi sono mai soffermato troppo, altrimenti finivo l’anno dopo.


Come emblema però della iper personalizzazione, troviamo un titolo che ancora non è uscito sul mercato, rinviato proprio nell’ultimo periodo: in uscita ora il 19 novembre di quest’anno. Sì, sto parlando di Cyberpunk 2077. Le voci riguardo a questo gioco erano tante. Partendo dal fatto che si potesse creare (ed è stato confermato), per esempio, un personaggio transgender o non binary, quindi non racchiuso nelle fatiscenti categorie di uomo o donna. Sarà quindi possibile probabilmente andare a rappresentare un ragazzo transessuale operato (inserendo quindi le cicatrici) o non operato, e lo stesso per donne transessuali. Questa scelta ci piace, ci piace molto.

cyberpunk 2077 - Cyberpunk 2077: personalizzazione dei genitali, potevano farla meglio

Si è parlato poi di come fosse probabilmente possibile andare a gestire le misure e l’aspetto del proprio organo genitale. E anche questa cosa è risultata vera. A quanto pare infatti Projekt RED ha deciso di inserire nel menù di personalizzazione la possibilità di scegliere tra ben: 2 tipi di pene, lunghezza a piacere, 1 vagina e 5 tipologie di peli pubici. Una precisione decisamente mai vista prima, ma che, almeno a me, non dispiace.
Vorrei però soltanto fare una precisazione sul numero di scelte.


Se la Projekt RED voleva fare le cose per bene, fino in fondo, avrebbe dovuto inserire almeno 5 o 6 tipologie di peni tra cui scegliere, nonchè anche circa lo stesso numero di vagine. Non potete neanche immaginare di quanti tipi, molto diverse tra loro, ce ne siano. E vederle praticamente non considerate, perchè meno visibili su un corpo rispetto ai peni, mi urta leggermente. Ahimè. Insomma, potevano impegnarsi di più o non inserirsi proprio in un campo tanto complesso.

cyberpunk 2077 romance genere personalizzazione gioco cd projekt v10 399360 1280x720 - Cyberpunk 2077: personalizzazione dei genitali, potevano farla meglio

Perchè se parliamo di numeri, ne troviamo di altissimi per esempio nella scelta delle acconciature: ben 35 tra cui scegliere. Poi abbiamo 6 tipi di pelle, 17 occhi, 8 sopracciglia, 17 bocche, 17 mascelle, 17 orecchie, 8 frammenti di cyberware, 9 tipi di cicatrici, 6 tipi di tatuaggi, 11 piercing, 5 tipi di denti, 8 stili di trucco agli occhi, 5 stili di trucco delle labbra, 3 tipologie di imperfezioni, 3 tipi di capezzoli (potete anche non metterli), 5 tipi di tatuaggi per il corpo e 2 tipi di cicatrici per il corpo.

Insomma di opzioni ce ne sono davvero moltissime. Perchè quindi inserire un numero molto minore di scelte per una parte tanto importante come gli organi genitali se hanno deciso con tanta convinzione di essere i primi ad inserirli nella personalizzazione del personaggio? Insomma, un lavoro fatto un po’ a metà a mio avviso.

Il primo anteprime di Cyberpunk 2077 rivelare ulteriori informazioni sui - Cyberpunk 2077: personalizzazione dei genitali, potevano farla meglio

Una scelta a metà che però ha definito una determinata priorità. Ad ognuno le proprie, giustamente. Potremo infatti scegliere la lunghezza del nostro pene, ma non per esempio essere troppo precisi con il nostro peso corporeo o l’ampiezza del seno o del sedere. A volte si è costretti a scegliere nella vita, chissà se Projekt RED ha preso la scelta giusta. Nonostante qualche mancanza, io penso di sì. E voi?


Sarà divertente scoprire le scelte dei giocatori e soprattutto la mia. Mi viene da pre-ordinarlo solo per passare le ore sul menù di personalizzazione.
No dai, diciamolo che si vede che è un bel gioco, in generale. Che poi sembra che non mi piace, non sia mai.

  Articolo precedente

Videogiochi

Annunciato l’anime di Cyberpunk 2077

Scritto da Andrea De Venuto

Articolo successivo  

Videogiochi

L’omofobia si può curare! The Last Of Us Parte II ne è la prova

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend