domenica, 31 Maggio 2020

Videogiochi

Elezioni politiche e Videogiochi: un connubio possibile, utile ed educativo

Con un’iniziativa di una giovane presentatrice gli inglesi saranno spronati ad adempiere al loro importante dovere e diritto di voto, grazie ai videogiochi

Andare a votare, durante elezioni di qualsiasi tipo, è importante. È l’unico modo che il popolo ha per far sentire la propria voce all’interno di una democrazia. Il problema sussiste nel momento in cui moltissime persone, soprattutto i più giovani, si rifiutano di andare a votare. Alcuni in segno di protesta, altri perchè disinformati e altri ancora perchè non vogliono votare “il meno peggio”e dall’altra parte non esiste un partito o un candidato che soddisfi le loro aspettative, quindi che fare?

Io stesso spesso non sono andato a votare, metti perchè mi interesso pochissimo di politica o perchè la politica e i politici italiani fanno schifo per il 90% e sembra impossibile riuscire a cambiare la situazione, o ancora perchè andare a votare per un ragazzo trans senza i documenti cambiati è un incubo senza precedenti.


elezioni mano e urna icona 885x - Elezioni politiche e Videogiochi: un connubio possibile, utile ed educativo

Insomma, le motivazioni possono essere veramente tante e disparate e a prima vista addirittura comprensibili e condivisibili. A pensarci bene però, io stesso, mi sono reso conto che anche un solo voto può, forse, effettivamente cambiare le cose (un voto preponderato e scelto dopo essersi informati a dovere ovviamente). Arrendersi a priori senza provare a fare nulla è la cosa sicuramente più sbagliata che possiamo mai fare, in ogni campo della nostra vita. Rifletteteci un attimo, se tutti pensano: “il mio unico voto non può cambiare le cose“, nessuno ci prova, ma se quel pensiero si trasformasse in: “il mio unico voto potrebbe cambiare le cose” allora qualcosa potrebbe davvero cambiare perchè ora quell’unico voto si è trasformato in una moltitudine.

Ma perchè mai vi sto facendo una ramanzina tanta sull’importanza del voto? Ma soprattutto cosa c’entrerà mai con le tematiche che tratta il sito?


Bhe, ve lo spiego subito. In Inghilterra il 12 dicembre verranno svolte le elezioni generali, particolarmente importanti, soprattutto per il fattore Brexit. Ora più che mai quindi è importante che ogni cittadino inglese esprima la propria opinione attraverso il voto.

Elezioni amministrative Inghilterra 2019 risultati e chi ha vinto. I dati - Elezioni politiche e Videogiochi: un connubio possibile, utile ed educativo

Il problema è che anche in Inghilterra spesso la popolazione giovanile si astiene da questo importante e sudato diritto e dovere. Per riuscire quindi a incoraggiare i più giovani ad impegnarsi in questo compito, una famosa presentatrice di eventi videoludici e doppiatrice, Elle Osili-Wood ha deciso di creare un evento chiamato: Gamechangers Giveaway.

Il progetto consiste praticamente nella possibilità di vincere incredibili premi a tema videoludico, come videgiochi o merchandising grazie ad un proprio selfie scattato vicino alla cabina di voto, da postare su Twitter con l’hastag #Gamechangers Giveaway.
Ad aiutare Elle troviamo case produttrici di titoli Tripla-A come: Activision, Bethesda e Ubisoft. Senza farci mancare gli sviluppatori di Indie come: Frontier, Spilt Milk Studios e Raw Fury.
A dare il proprio contributo troviamo anche l’agenzia di Pubbliche Relazioni Indigo Pearl, Dead Good Media e Renaissance PR. E infine EGX ed Insert Coin Clothing.


Insomma, personalità non da poco. E saranno proprio questi ultimi a rendere disponibili i premi. Oltre a quelli base sarà presente inoltre un super mega premio speciale che comprende: 20 videogiochi, biglietti per la EGX Rezzed, un voucher da £50 per il negozio Insert Coin, un kit di Dungeons and Dragons ed infine merchandinsing a tema videoludico.

3613403 elvrffjwwaehdko - Elezioni politiche e Videogiochi: un connubio possibile, utile ed educativo
Alcuni dei premi in palio

Non è mai stato così importante votare. È il momento di essere un gamechanger (far parte del cambiamento per così dire)” ha dichiarato Osili-Wood. “Con l’85% degli adulti Inglesi sotto i 35 anni che giocano regolarmente ai videogiochi, i videogiocaori sono una significante parte demografica per le elezioni che stanno per arrivare. Quindi sono entusiasta di vedere come le industrie videoludiche si siano unite per per la causa“.

Il nome del progetto gioca infatti sul significato della parola Gamechanger, che presenta al suo interno la parola gioco, game e allo stesso tempo rappresenta come significato, quella persona che riesce a cambiare le carte in tavola, che fa parte del cambiamento. Cambiamento che potrebbe avvenire proprio grazie ad un voto durante le elezioni.

0 Polling the electorate - Elezioni politiche e Videogiochi: un connubio possibile, utile ed educativo

Grazie ad un’iniziativa del genere in moltissimi saranno sicuramente incentivati ad andare a votare e questo non può che far bene al paese e alla popolazione stessa. Certo, dall’altra parte potrebbe scattare un meccanismo malsano che porta le persone a votare solo per poter partecipare, ma si spera non accada. L’obbiettivo qui è di far comprendere l’importanza di un gesto attraverso l’utilizzo di un mezzo videoludico.

I videogiochi in questo caso sono stati usati con la migliore delle intenzioni e nel migliore dei modi, speriamo solo che possa funzionare.


E voi, cosa ne pensate di questa iniziativa? A me personalmente piace davvero molto, la trovo incredibilmente geniale ed innovativa. Un’idea che potrebbe, per la prima volta, funzionare davvero.

  Articolo precedente

Videogiochi

State of Play di Dicembre: tanti indie ed qualche piacevolissima sorpresa

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Videogiochi

Free Guy: un film originale, che ci mette nei panni di un NPC

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend