mercoledì, 21 Agosto 2019

Videogiochi

Google annuncia Stadia, il futuro del gaming

Finalmente il tanto atteso annuncio su cui tanto si speculava è arrivato: Stadia sarà il futuro del gaming secondo Google

Ieri sera alla GDC 2019 il colosso Google ha annunciato la sua entrata nel mondo dei videogiochi a gamba tesa con Stadia. Si è speculato tanto sul fatto che l’annuncio di Google sarebbe stata forse una console, ma così non è stato, secondo l’azienda infatti per citarli: “il futuro del gaming non è una scatola”.

Perchè dopo aver sentito parlare di Stadia nella live avvenuta ieri della durata di un’ora e venti, le console non mi sono mai sembrate così obsolete.


Il servizio Stadia possiamo dire che sia un servizio di cloud gaming, streaming per videogiochi, ma non prendete ad esempio il Playstation Now da poco disponibile in Italia però, pechè Stadia è su tutt’altro livello.

Il trailer di lancio

Andrò ora ad esporvi quali sono le caratteristiche principali di questo nuovo servizio, che sarà reso disponibile già da quest’anno. Ancora non si sa a che prezzo, ma molto probabilmente sarà un servizio a pagamento mensile.


Partiamo dalle basi. Quante volte guardando un gameplay su Youtube avremmo voluto poter giocare immediatamente al gioco che stavamo osservando? Io personalmente, moltissime. Con Stadia, questo è possibile. Infatti durante la visione di qualsiasi gameplay è possibile accedere ad un link direttamente dal video stesso che ti porterà istantaneamente al gioco. E udite udite, potrete giocarlo immediatamente, senza tempi di caricamento nè bisogno di download. Il servizio di Stadia infatti funzionerà attraverso i Data Center di Google (sparsi in tutti il mondo, gli stessi grazie ai quali possiamo trovare miliardi di risultati attraverso il motore di ricerca in pochi millisecondi).

stadia play now yt 100791415 large - Google annuncia Stadia, il futuro del gaming

Stadia si baserà interamente sulla connessione internet, senza occupare spazio sui vostri dispositivi. Parlando di dispositivi, ecco un’altra caratteristica che mi ha lasciato senza parole. E’ infatti possibile usufruire del servizio su qualsiasi tipo di schermo: dal PC (dal portatile più basico ai pc da gamer) al cellulare, dalla TV al Tablet. E tutto questo con una qualità video sempre di 1080p e 60 fps fissi, su ogni dispositivo. La qualità arriverà fino al 4k ove possibile e Google si sta impegnando per raggiungere gli 8k (che io manco sapevo esistesse sinceramente).

Parlando ancora di potenza grafica e non solo, durante la presentazione hanno messo a confronto la qualità in termini di GPU Teraflops di Ps4 Pro, Xbox One X e Stadia. Vi dico solo che la GPU di Stadia, con i suoi 10.7
Teraflops supera addirittura la somma di Teraflops delle GPU delle console potenziate Sony e Microsoft.

Stadia Teraflops - Google annuncia Stadia, il futuro del gaming

Questo accade proprio grazie al fatto che il videogame viene giocato in pratica online, attraverso i data center di cui parlavo prima, senza basarsi sulle capacità fisiche del dispositivo su cui sta girando.

Stadia non vuole partire subito primeggiando su tutto, per questo dal lancio sarà disponibile il cross-platform con PS4 e Xbox One. Inoltre per poter giocare è possibile usufruire di qualsiasi controller disponibile sul mercato. Nonostante questo però Google ha creato un controller che secondo loro: “può farti vivere in modo completo l’esperienza di Stadia”, con funzionalità specifiche. Una tra tante: il controller si collegherà direttamente al gioco tramite connessione wi-fi, identificando su quale tipo di schermo stai giocando e in quale sessione di gioco stai entrando (un tuo ultimo salvataggio, ecc.).

Screen Shot 2019 03 20 at 2.22.49.0 - Google annuncia Stadia, il futuro del gaming
I controller creati per Stadia

Stadia non è solo una piattaforma per i giocatori, ma anche per i creator di videogame. Google infatti per questo progetto ha stretto varie collaborazioni con studi di sviluppo videoludici tra cui: Ubisoft, Tequila Works (Rime), Q-games.

Stadia infatti può essere usato anche come base di partenza per creare videogiochi, grazie all’utilizzo di funzioni all’avanguardia che possono velocizzare il processo di sviluppo senza però andare a togliere alla parte artistica della creazione e anzi riuscendo ad implementarla.

Vi parlo ora di qualche funzionalità inserita appunto proprio per gli sviluppatori. La Style Transfer ML è una tecnologia basata sull’apprendimento automatico. Vi lascio il video dell’esempio che spiega la funzionalità, preparatevi a restare a bocca aperta.

La State Share è un’altra funzione implementata per gli sviluppatori ma utilizzabile in gran parte anche da noi giocatori secondo me. Con questa funzione possiamo mettere in pausa qualsiasi gioco in qualsiasi situazione avendo qualsiasi equipaggiamento, creare un link e condividerlo con chi vogliamo. La persona che aprirà quel link si ritroverà davanti: quella stessa situazione di gioco, con lo stesso equipaggiamento e in quel preciso istante in cui abbiamo messo pausa per creare il link e potrà partire da lì a giocarlo. Con questa funzionalità si potrà finalmente scoprire se l’amico che si è sempre vantato tanto è davvero più bravo di te.

In ultimo anche i content creator di Youtube sono stati pensati durante lo sviluppo di Stadia. Infatti una nuova funzione permetterà agli Youtuber di streammare con il massimo della qualità. La qualità visiva del gioco sarà la stessa che comparirà su schermo, senza alcun tipo di downgrade.

Ultimo ma non per importanza Stadia ha creato uno studio di Sviluppo: Stadia Games & Entertainment, pronto a sfornare esclusive grazie a collaborazioni con studi di sviluppo grandi, piccoli o emergenti che siano.

2Bn6gUz.0 - Google annuncia Stadia, il futuro del gaming

Io non ho mai visto un lavoro del genere, se tutte le promesse che sono state fatte durante la presentazione saranno mantenute questa sarà davvero la rivoluzione del mondo videoludico. Potremo dire addio a tutte le console, a tutte le copie fisiche e salutare la nuova alba dell’all digital. Ammetto che un po’ mi rammarica il pensiero di dover dire addio alle custodie e ai dischetti, ma forse Stadia è ciò di cui abbiamo bisogno, per scoprire un nuovo modo di concepire i videogiochi. Non vedo l’ora di poterci mettere le mani sopra e scoprire davvero cosa ha da offrire questo servizio.

Tutto questo e molto altro è Stadia, il futuro del gaming.


Qui potete trovare la live completa della presentazione.

  Articolo precedente

Uncategorized, Videogiochi

Call of Duty arriva sui dispositivi mobili

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Videogiochi

Sega annuncia un nuovo capitolo di Yakuza con protagonista Ichiban Kasuga

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend