martedì, 18 Giugno 2019

Videogiochi

“Orwell” il videogioco che vi mette nei panni dell’oppressore… e non è mai stato così bello

Un videogioco basato ovviamente sul famoso romanzo di George Orwell: “1984”

70 anni fa veniva pubblicato “1984” uno dei più famosi capolavori di George Orwell, come ci ricorda questo post (qui sotto) della pagina Nerd to the Future (sì, siamo sempre noi sotto una diversa veste… sorpresi eh? No, è palese che siamo sempre noi.)

⏱ 70 anni indietro nel tempo.Viene pubblicato "1984" (Nineteen Eighty-Four), uno dei romanzi più celebri di George…

Pubblicato da Nerd to the Future su Sabato 8 giugno 2019

In questo libro Orwell ci racconta di un futuro distopico nel quale tutta la società è controllata continuamente dal “Grande Fratello” che gestisce ormai ogni persona, ma soprattutto ogni interazione interpersonale e non solo.

Io non l’ho ancora mai letto, sicuramente vorrei farlo e probabilmente lo farò, per ora però mi posso esprimere e raccontare solo su ciò che conosco e cioè: il videogioco basato su questo particolare e a modo suo profetico romanzo.

Il titolo del gioco è molto semplice e richiama palesemente l’opera letteraria: Orwell. Il cognome dell’autore.

Orwell video game header B capsule - "Orwell" il videogioco che vi mette nei panni dell'oppressore... e non è mai stato così bello
“Orwell. Ti tiend d’occhio”

Pensate, la mia tesina di quinta liceo classico aveva come tema: “La cultura nei videogiochi” ed ovviamente questo titolo era tra i giochi che avevo giocato appositamente e preso in considerazione.

Purtroppo per ora il videogioco è disponibile soltanto in lingua originale: in inglese. Per poterlo giocare quindi si ha bisogno di un minimo di dimestichezza con questa lingua.

images?q=tbn:ANd9GcSnT1OZmeq6RcoBRVlpBqYN1gREuO197oaET0G2qMeVy0TskPmN - "Orwell" il videogioco che vi mette nei panni dell'oppressore... e non è mai stato così bello

È stato sviluppato dall’Osmotic Studios da sempre produttrice di titoli indie. È disponibile soltanto su PC ed uscito ben 3 anni fa, il 20 ottobre 2016 (come passa il tempo).

Il protagonista all’interno del gioco siamo ovviamente noi, ma realmente noi. Sì, perchè non vedremo mai la persona che stiamo impersonando e non ci verrà mai dato un nome. Siamo solo noi: il giocatore. Sappiamo solo di essere un addetto alla sicurezza che lavora per il governo.

ss 0e45e39f3d48be404957ddab1839085598ec14d6.1920x1080 - "Orwell" il videogioco che vi mette nei panni dell'oppressore... e non è mai stato così bello
Una schermata di gioco

Il nuovo governo per cui lavoriamo si chiama “The Party” ed ha da poco fatto passare una legge: la “Safety Bill” che permette al governo di “spiare” i propri cittadini senza troppe difficoltà. Con la possibilità quindi di entrare nei loro PC, cellulari et similia per controllarli da vicino. Il ministro della Sicurezza Catherine Delacroix ha inoltre richiesto l’installazione di un sistema di sorveglianza permanente in ogni angolo della città chiamato Demiurge (più avanti poi nel gioco avrà nome di “Orwell“) “per poter tenere al sicuro i cittadini“. Vi ricorda qualcosa?

Noi siamo un investigatore di Orwell che lavora all’interno dello stato chiamato “The Nation” in cui vige questo nuovo governo per cui lavoriamo.

All’inizio del gioco una bomba esplode in un’importante piazza di una delle città principali. Da qui inizia l’avventura. Starà a noi infatti scoprire chi è stato a farla esplodere, ma sopratutto che cosa sta succedendo. Se per caso si stiano creando dei gruppi ribelli, contro il governo o peggio. Noi siamo Orwell, noi impersoniamo una parte del “Grande fratello”. Siamo uno di quei tanti piccoli ingranaggi che fa girare il meccanismo principale.
Il gioco ci mette non nei panni dell’eroe ma dell’oppressore, creando così un’esperienza di gioco unica.

Orwell video game screenshot 7 - "Orwell" il videogioco che vi mette nei panni dell'oppressore... e non è mai stato così bello
La piazza in questione chiamata “Freedom Plaza”. Divertente.

In linea di massima il gameplay non è troppo elaborato, dobbiamo infatti soltanto entrare in vari device elettronici come PC o cellulari dei cittadini e cercare indizi per capire cosa stia capitando alla città, ma soprattutto chi sia coinvolto. Molto spesso incontreremmo comunque delle barriere da superare, come password o blocchi sotto forma di enigmi che dovremo risolvere. Per il resto dovremo leggere dialoghi, osservare immagini e simili e mettere insieme gli indizi raccolti.

È bene poi sottolineare che buona parte della trama è in mano nostra. Infatti saremo noi che man mano diventando più importanti nella graduatoria degli ingranaggi, otterremo la responsabilità di capire e infine condannare chi secondo noi è colpevole. Le scelte sono a discrezione del giocatore, in dipendenza di quanti indizi è riuscito a carpire riguardo alle persone e di quanto sia riuscito a mettere insieme i pezzi. Un lavoro non facile di intuito e capacità deduttiva.

1056286 screenshi 930x524 en US 2 - "Orwell" il videogioco che vi mette nei panni dell'oppressore... e non è mai stato così bello
Altra immagine di gioco

Un gioco che ti mette alla prova sia mentalmente che eticamente: è davvero così sbagliato sorvegliare tutti? Non è forse questo l’unico modo per proteggerli? Forse anche da loro stessi. Chi lo sa.

Alla fine del gioco ci verrà messa davanti la domanda etica più importante di tutte, che farà terminare il gioco in uno dei quattro finali possibili, in base alla nostra scelta. Tutto sarà nelle nostre mani. E voi? Avrete il coraggio di sopportare questa responsabilità? Scopritelo in questo meraviglioso ed indimenticabile titolo.

Vi dico solo che io ho perso ore e sudore a capire quale fosse la scelta finale giusta da fare. Ma semplicemente forse alla fine non esiste alcuna risposta giusta.

  Articolo precedente

Videogiochi

Che trailer fantastico quello del remake di Destroy All Humans!

Scritto da Mirko Midili

Articolo successivo  

Videogiochi

Leakato il titolo del nuovo gioco della From Software con la partecipazione di George R.R. Martin, ma cosa ci dobbiamo aspettare?

Scritto da Mirko Midili

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend