giovedì, 26 Novembre 2020

Videogiochi

Particolari strategie di marketing per The Last Of Us Parte II (tipo carte di credito a tema)

Oltre alle carte di credito, troviamo anche edifici con murales a tema e treni con gigantografie appicciate. Insomma belle cose

The Last Of Us Parte II è un titolo che in tanti aspettano con ansia. Davvero con moltissima ansia. L’hype per questo videogioco è ormai alle stelle, e più si avvicina la data fatidica di uscita, il 19 giugno, più l’entusiasmo impenna. Arrivando a toccare livelli veramente mai visti per un gioco.

The Last Of Us Parte II sta avendo una risonanza mondiale grazie all’enorme successo del primo capitolo e alle altissime aspettative che i videogiocatori si sono creati riguardo al sequel, grazie alle parole dei vari sviluppatori Naughty Dog.


Screen Shot 2018 06 12 at 06.48.39 1528766733526 - Particolari strategie di marketing per The Last Of Us Parte II (tipo carte di credito a tema)

Questo fermento, oltre che dall’incredibile quadro generale che ci è stato dato riguardo al gioco, deriva anche dalle diversificate campagne pubblicitarie messe in atto in varie parti del mondo per attirare l’attenzione sul nuovo titolo. Come se ce ne fosse bisogno.

In ogni caso non ci lamentiamo, perchè queste ultime sono mosse di marketing veramente interessanti, a tratti innovative ma che soprattutto riescono ad attirare l’attenzione degli utenti.
Partiamo dall’ultima novità, che proviene dritta dall’America, da Los Angeles nello specifico. Le carrozze di un treno della metro di LA è stato tappezzato da gigantografie riguardanti The Last Of US Parte II. Ad accorgersi di questa particolare pubblicità e a farlo notare sui social è stato proprio uno dei produttori del titolo, Pete Ellis, game designer. Su Twitter ha mostrato tutto il suo stupore per la scoperta e che dire, lo sono anche io. Molto stupito.


Dall’America passiamo alla Germanica, a Berlino, dove un intero lato del palazzo al numero 243 di Karl-Amrx-Strabe è stato apposto un murales gigante che dipinge Ellie con la sua chitarra in mano, immersa nel verde di una foresta. Immagine che richiama quella presente sul tema dinamico di PS4 offerto mesi fa da Naughty Dog. Un lavoro davvero stupendo, che attira decisamente l’attenzione.

the last of us part 2 painting - Particolari strategie di marketing per The Last Of Us Parte II (tipo carte di credito a tema)
Il bellissimo murales a Berlino

Ma se credete che siate finita qua, vi sbagliate di grosso. Ovviamente si sa, i cinesi sono sempre più bravi di tutti gli altri abitanti del pianeta, a fare qualsiasi cosa. Ricordate sempre il detto: “se sei bravo in una cosa, un cinese sarà sempre più bravo di te a farla“. Con quella giusta dose di luoghi comuni e stereotipi riguardo gli abitanti della Cina. Con affetto.

La sede PlayStation China ha infatti stretto un accordo con la locale Bank of Communications per lanciare sul mercato una serie di carte di credito speciali a tema The Last Of Us Parte II. Sulle carte saranno presenti i volti, a seconda della scelta di Joel o Ellie, oppure ancora il simbolo delle Lucciole. Insomma tra le tre questa è l’iniziativa decisamente più particolare. Quindi sì, aggiungerei: “se ti senti strano a fare una cosa, sappi che un cinese farà sempre cose più strane di te.”

Detto ciò, questa interessante scelta di marketing nasconde però in realtà un particolare elemento che la porta sul filo del rasoio tra il ridicolo e l’ironico.
Daniel Ahmad, conosciuto anche come ZhugeEX, è un famoso analista videoludico che ha dato credito alla notizia di cui vi ho parlato poco sopra. Daniel è un Analista Senior dell’azienda Niko Partners che gestisce il mercato videoludico della zona della Cina e dell’Asia.
L’ironia di tutta questa storia, è che, secondo ZhugeEX (che del mercato cinese ne sa a pacchi) TLOU non sarà mai approvato per la vendita in Cina: “a causa della stringente regolamentazione che vieta questo genere di videogiochi con elevato livello di violenza e altri elementi sensibili. Quindi in Cina non si può acquistare legalmente il gioco, ma immagino si potrà farlo utilizzando questa carta di credito per comprare la versione in vendita negli USA o ad Hong Kong!

the last of us 2 pubblicizzato cina carta credito tema tlou remastered v3 450642 - Particolari strategie di marketing per The Last Of Us Parte II (tipo carte di credito a tema)
Le immagini che saranno presenti poi sulle carte di credito

Bhe, pubblicizzare un prodotto in un paese in cui poi effettivamente non sarà venduto, non è proprio una mossa geniale. Potrei star rivalutando i miei detti, completamente inventati, riguardo la popolazione cinese…


E con questo finisce la carrellata di strambe e funzionali strategie di marketing per pubblicizzare un prodotto che di pubblicità secondo me non ne ha poi tanto bisogno. Ma insomma vedere murales, treni e carte di credito tappezzati di scene e personaggi di TLOU è sempre bello.

  Articolo precedente

Arte e Cultura, Romanzi fantasy, Videogiochi

Fantasy, genere, razzismo e altre discriminazioni: Dragon Age

Scritto da Debora Parisi

Articolo successivo  

Videogiochi

Un riassunto della strepitosa presentazione PS5 di ieri 11 giugno

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend