martedì, 18 Giugno 2019

Videogiochi

Sony e i titoli story-based: un amore che durerà ancora a lungo per fortuna

Sony nonostante l’avvento e il successo di giochi come Fortnite e simili, continuerà a lavorare su titoli story-based.

Ultimamente nel campo dei videogame, fanno sentire la loro forte presenza titoli come Fortnite o il più recente Apex Legends. Titoli battle royal free to play che con il minimo sforzo ottengono il massimo risultato, andando ad accaparrarsi una grande fetta di utenza di tutte le età.

Nel caso non fosse chiaro io non amo questo genere di giochi, poichè per me la storia all’interno di un videogioco è una delle cose, se non la più, importante. La storia è ciò che regge tutto: dà un senso ai nostri gesti e ci permette di immedesimarci nel protagonista di turno, di capire e comprendere le sue emozioni, le sue paure, le sue preoccupazioni. Come spesso ho ripetuto nei miei articoli quello che cerco sempre all’interno di un titolo è che mi faccia provare più emozioni possibili, da quelle più belle a quelle più brutte, e senza una storia, nessun gioco lo può fare. Non serve una storia troppo complessa, con significati nascosti o altro, basta solo che sia ispirata e nata dal cuore.

image?w=200&h=200&bg color=000000&opacity=100& version=00 09 000 - Sony e i titoli story-based: un amore che durerà ancora a lungo per fortuna

Titoli come Fortnite et similia non puntano in alcun modo alla storia, creano semplicemente una base da andare poi ad infoltire con aggiornamenti continui che vanno ad aggiungere nuovi contenuti. Un tipo quindi di GAAS (Game As A Service). Quest’ultimo è un modo di creare videogiochi che sta prendendo abbastanza piede ma che ha comunque i suoi lati positivi come negativi. Ma di questo magari ne parleremo in un prossimo articolo.

Il successo di titoli di questo tipo potrebbe spaventare quella fetta di utenza (tra cui me) che preferiscono videogiochi con una storia come colonna portante, personaggi a cui potersi affezionare, ambientazioni da ricordare e tutto il resto. Insomma, ciò che può regalarti solo un titolo single player ben fatto.

Dato lo spauracchio generale, Sony ha voluto quindi tranquillizzare noi poveri gamer spaventati.

Il nuovo presidente della Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, durante un’intervista al sito CNET, ha dichiarato che Sony si sta veramente godendo il successo che hanno avuto i suoi giochi “story-based” (basati sulla storia) come Spider-Man, God of War e Days Gone e che possiamo aspettarci che Sony continuerà sicuramente a creare questo tipo di titoli.

god of war listing thumb 01 ps4 us 12jun17?%24facebook%24 - Sony e i titoli story-based: un amore che durerà ancora a lungo per fortuna

Non abbiamo mai avuto un così grande successo con i nostri titoli “story-based” come ora.” Ha dichiarato. “Questo ci porta ad essere veramente felici della cosa ed è sicuramente un genere di gioco da cui non ci allontaneremo mai.

Ryan ha speso inoltre qualche parola riguardo ai giochi “live service“, quelli di cui parlavo ad inizio articolo, riservandogli comunque interessanti dichiarazioni. Il presidente ha infatti parlato di come questo tipo di titoli stia crescendo sempre di più in popolarità e stia comunque contribuendo al “generale ecosistema del videogioco” che si sta ingrandendo sempre di più.

Insomma sono utili, funzionali, ma non devono diventare la norma.

image?w=240&h=240&bg color=000000&opacity=100& version=00 09 000 - Sony e i titoli story-based: un amore che durerà ancora a lungo per fortuna

Sono molto contento che Sony ci abbia rassicurato su questo argomento, anche se devo dire, ero convinto ormai da molto che la strada che volessero percorrere fosse questa nonostante tutto. D’altronde hanno o non hanno annunciato The Last Of Us Parte II? Un gioco che fa della storia più che la sua colonna portante, proprio il suo cuore pulsante. Come d’altronde nel suo primo capitolo della saga: The Last Of Us.

  Articolo precedente

Videogiochi

“Jumanji The videogame” un titolo in uscita che odora già di fallimento

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Videogiochi

Che trailer fantastico quello del remake di Destroy All Humans!

Scritto da Mirko Midili

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend