martedì, 10 20 Dicembre19

Videogiochi

The Quiet Man, un gioco così “magico” da far finire in bancarotta il suo studio di produzione

Eh sì, lo studio di produzione videoludico Human Head Studios è andato in bancarotta, l’annuncio arrivato in questi giorni

The Quiet Man è un titolo che ha destato il suo bel scalpore. Uscito l’anno scorso, con una promessa di un gioco diverso dal solito e con la presenza di un protagonista unico nel suo genere.

Alla fine però l’unica cosa che si è dimostrato di essere è stato un gioco completamente mal fatto, insulso, noioso, ripetitivo, con una grafica inguardabile, un combat system improponibile, un protagonista vuoto e una trama completamente senza senso. E sia chiaro, la lista potrebbe andare avanti, seriamente.


capsule 616x353 - The Quiet Man, un gioco così "magico" da far finire in bancarotta il suo studio di produzione

Chiariamo un po’ di cose.
Il protagonista doveva essere originale perchè sordo. E ci sta, ha anche senso. Il problema è che, di conseguenza, anche il giocatore diventa sordo, come se fosse realmente il protagonista. Ok, ottima immedesimazione. Ma noi sul serio, non possiamo ascoltare nessun dialogo del gioco, nessuno. Non sentiamo assolutamente nulla, ergo, non capiamo minimamente quale sia la trama! Aaaaah, che bello, il mistero di non capire un cazz… ehm… di non capire niente.
E questa è solo la punta dell’icerberg. Il gameplay è ripetitivo come non mai, infatti dovrete solo dare pugni a ripetizione a nemici uguali tra loro, con animazioni che fanno invidia ad un Call Of Salveneee (è un gioco trash ok? Sì).
E anche qui potrei continuare, ma non ho abbastanza spazio.

P.S. hanno fatto uscire dopo qualche tempo un DLC a pagamento con l’audio dei dialoghi. Non penso che questa cosa abbia bisogno di commenti…


Ammetto di non aver mai giocato il titolo. Cioè, spendere soldi per questa cosa? Anche no. Però fidatevi, ho analizzato questo gioco nei minimi dettagli guardando gameplay su gameplay, finendo sempre per spaccarmi dalle risate insieme agli Youtuber che giocavano in un misto di disappunto e incredulità. E alla fine allora che fai? Ci ridi su.

A mettere tanto impegno in questa creazione è stato lo studio di produzione Human Head Studios. Che in realtà è pure uno studio conosciuto, famoso per la creazione della saga Rune, basato sulla mitologia norrena e anche per aver tirato fuori dal cilindro un titolo come Prey, di cui poi Arkane Studios, con la pubblicazione di Bethesda, ha fatto un remake nel 2017 di discreto successo. Hanno inoltre contribuito allo sviluppo di BioShock Infinite, ultimo capitolo della celeberrima saga BioShock.

Diciamo che alle spalle quindi avevano un bel curriculum, chissà però cosa gli è passato per la testa quando hanno deciso di produrre The Quiet Man, io davvero me lo chiedo, seriamente. Anche perché è stato proprio quest’ultimo titolo a diventare la cosiddetta “goccia che ha fatto traboccare il vaso“, facendoli finire in bancarotta. Sommandosi probabilmente ad altre difficoltà economiche affrontate in precedenza.

Human Head Studios 480x240 - The Quiet Man, un gioco così "magico" da far finire in bancarotta il suo studio di produzione

La notizia della loro chiusura è infatti arrivata giusto ieri, subito dopo l‘annuncio del loro ultimo titolo: Rune II in esclusiva PC.
Ed è a questo punto che rispunta il nome di Bethesda: perché mai vi chiederete voi. Beh, perché ha ovviamente preso la palla al balzo, comprando (a prezzo stracciato) e assumendo l’intera divisione ex Human Head Studios e rinominandola: Roadhouse Studios, dandole sede a Madison, in Wisconsin. Rimane però per ora ignoto il destino di tutte le loro IP.

In ogni caso, con questa mossa Bethesda ha fatto due cose: salvato una casa di sviluppo che sarebbe morta e permesso anche a tantissimi sviluppatori di non perdere il lavoro, un gesto quindi decisamente encomiabile.

1200px Bethesda Game Studios logo.svg - The Quiet Man, un gioco così "magico" da far finire in bancarotta il suo studio di produzione

Ora però il problema è un altro. Se ora il risuscitato Roadhouse Studios dovesse mettersi a creare titoli simili a The Quiet Man allora forse sarebbe stato meglio avesse chiuso per sempre…

tenor - The Quiet Man, un gioco così "magico" da far finire in bancarotta il suo studio di produzione
Todd Howard, presidente Bethesda

Si scherza ovviamente… o forse no…
Penso, più che altro spero, che abbiano capito l’errore che gli è costato pure caro e non ricadano in un’idea simile. Inoltre insomma, ora che a capo c’è Bethesda penso starà ben attenta al loro operato, per non permettergli di produrre ciofeche, tipo Fallout 76… ops…


In ogni caso The Quiet Man rimane un gioco perfetto per farsi una risata insieme agli amici. Che poi, si trova ancora sul mercato? Boh!

  Articolo precedente

Videogiochi

Il primo protagonista transessuale nella storia videoludica ce lo regala Dontnod. Grazie.

Scritto da Luca Brajato

Articolo successivo  

Videogiochi

Indizi sullo sviluppo di Bioshock 3. Un sequel di cui non sento il bisogno

Scritto da Luca Brajato

Luca Brajato
Appassionato della psiche umana unisco questo mio interesse alle altre mie passioni: videogiochi, anime e manga. Sono uno scrittore in erba alla continua ricerca di ispirazione.

Send this to a friend